Carta prepagata in vacanza come alternativa e carta aggiuntiva alla carta di credito

Carta prepagata in vacanza come alternativa e carta aggiuntiva alla carta di credito
Ultima modifica Settembre 28, 2021
Sei in procinto di partire per un viaggio e non hai ancora deciso quale carta prepagata portare con te?
In questo articolo scoprirai quali sono i vantaggi di una carta prepagata quando sei in vacanza e perché è preferibile rispetto alla carta di credito oppure al contante.
INDICE
  1. La carta prepagata è più sicuro del contante quando sei in viaggio?
  2. Risparmia sulle commissioni di prelievo
  3. Se smarrisco la mia carta in vacanza?
  4. Carta prepagata in vacanza: una questione di praticità
  5. Maggior controllo sulla spesa in vacanza con una prepagata
  6. L'unione fa la forza
  7. Conclusioni finali
  8. Altre guide utili sulle carte

La carta prepagata è più sicuro del contante quando sei in viaggio?

Stai progettando un viaggio oppure sei in procinto di partire per trascorrere alcuni giorni in relax lontano da casa? Bene, buon per te.
Uno dei problemi che prima di tutti ti troverai a dover affrontare è capire come gestire la questione denaro.
Non è mai una buona idea portare con te molti contanti (per ovvi motivi di praticità e sicurezza) e in questi casi la miglior soluzione è ricorrere ad una carta prepagata per fare viaggi.
Si tratta di uno strumento di pagamento elettronico che possono usare anche i minorenni.

Risparmia sulle commissioni di prelievo

Quando sei in vacanza i costi importanti che dobbiamo considerare sono quelli del prelevamento del contante all’estero perché per ovvie ragioni ti servirà sempre del contante da prelevare per qualche piccola spesa o per le mance.

Le carte di credito classiche purtroppo si fanno pagare una commissione anche del 4% dell’importo (quindi su 250 euro paghi 10 euro solo di commissioni) oltre ad una commissione sul tasso di cambio se vai in paesi dove non c’è l’euro.

Per questo è importante quando si va in vacanza avere una carta che non faccia pagare le commissioni sul prelievo o che comunque le riduca al minimo.

Tra queste è impossibile non citare la carta con iban Hype, che oltre ad avere il canone gratuito ti permette di prelevare gratuitamente all’estero. Invece per i paesi con valute diverse dall’euro, dovrai pagare solo il tasso di cambio.

Ma perché i prelievi con la carta di credito sono più costosi?

Come suggerisce il termine stesso, questo tipo di carta concede denaro a credito. Ciò significa che andando a prelevare allo sportello in realtà stai ottenendo un prestito che poi dovrai onorare nel breve periodo. Ecco perché costa di più.

Nella carta ricaricabile invece, spendi esclusivamente il denaro che ha deciso di ricaricare ed il servizio offerto dall’ente che ha emesso la carta è, ovviamente, meno costoso. Se vuoi conoscere le migliori carte prepagate in circolazione leggi la guida che abbiamo preparato a riguardo.

Se smarrisco la mia carta in vacanza?

In vacanza, si sa, si è e sempre in giro e presi dall’entusiasmo del viaggio, una minima distrazione può portare all’irreparabile, ovvero  allo smarrimento della tua carta.

Da qui l’ansia di poter perdere tutta la somma che hai depositato, se malauguratamente dovesse finire nelle mani di malintenzionati.

Le carte prepagate, anche in questo caso, presentano un forte vantaggio che risiede nella predisposizione di un PIN, indispensabile per prelevare denaro ed effettuare pagamenti.

Meccanismo che, di fatto, riduce quasi a zero la possibilità che qualcuno possa appropriarsi dei tuoi soldi. Per quale motivo il PIN viene sempre richiesto? Perché sulla carta prepagata non è impresso il tuo nome, di conseguenza il codice diventa l’unico strumento possibile per tutelarti e verificare che sia tu effettivamente ad utilizzare la carta.

Ovviamente evita di conservare il PIN accanto alla carta stessa perché se lasci il pin insieme alla carta e rubano i soldi non otterai il rimborso.

Qualora tu smarissi la carta prepagata in vacanza è  sempre buona regola contattare l’istituto che l’ha emessa, così da bloccarla.

Al tuo rientro, per sicurezza, controlla la lista movimenti per verificare che non siano presenti transazione che non hai autorizzato. In questi casi la prudenza non è mai troppa. Potrebbe interessarti anche: “Carte prepagate per estero

Carta prepagata in vacanza: una questione di praticità

Oltre agli aspetti legati al risparmio ed alla sicurezza in caso di smarrimento, la carta prepagata è uno strumento insostituibile in termini di praticità.

Immagina di trovarti in viaggio e di dover ricaricare improvvisamente la carta per far fronte a spese che non avevi previsto.

Ti basterà semplicemente collegarti all’internet banking della tua banca o effettuare un bonifico se la tua carta prepagata è munita di IBAN. Alcune carte prepagate possono anche essere ricaricate in tabaccheria o tramite un conto Paypal.

Maggior controllo sulla spesa in vacanza con una prepagata

Come ben saprai, la carta di credito funziona attraverso un meccanismo che ti permette di sostenere un costo anche se in quel dato momento non disponi del denaro sufficiente sul conto corrente e, in generale, posticipa l’addebito.

Comprendi bene che in questo modo è davvero difficile gestire con oculatezza l’andamento della tua spesa. Soprattutto in vacanza quando si è presi dall’euforia del momento, potresti perdere effettivamente il conto delle spese che hai sostenuto oppure ritrovarti brutte sorprese al rientro, con addebiti non desiderati.

Con la carta prepagata hai in pugno la situazione. Sarai tu a decidere, di volta in volta, quanto ricaricare sulla carta e di conseguenza imporrai a te stesso un plafond limite da non dover superare, gestendo l’entità della spesa in modo più ponderato.

Eviterai così spese folli di cui potresti pentirti 😉

L'unione fa la forza

In ogni caso ti consigliamo di portare in vacanza più carte, come ad esempio due carte prepagate o una carta di credito insieme a una carta prepagata.

Potresti sempre utilizzare quest’ultima come carta supplementare da sostituire al denaro contante che, come abbiamo detto in precedenza, rappresenta un scelta oculata in termini di sicurezza, anche alla luce dei numerosi punti di forza delle prepagate, che hai avuto modo di approfondire in quest’articolo.

Inoltre, se disgraziatamente dovessi smarrire o dimenticare una carta, la seconda carta rappresenta uno strumento d’emergenza per arginare la situazione e assicurarti comunque una liquidità.

Quali sono i costi delle carte prepagate

Conclusioni finali

Per semplicità sintetizziamo perché devi portare una (o meglio due) carte prepagate in vacanza:

  • Risparmio sulle commissioni di prelievo di denaro contante (grazie ad esempio a carte come Carta Hype);
  • Maggior sicurezza qualora dovessi perdere la tua carta;
  • Possibilità di ricarica in qualsiasi momento dal tuo internet banking;
  • Puoi sempre optare per utilizzare una carta di credito e una carta prepagata, sostituendo quest’ultima al denaro contante;
  • Potresti anche scegliere di usare una prepagata in sostituzione della tua carta di credito oppure usarla come carta d’emergenza.

Ricorda che quando ti trovi in viaggio hai bisogno di praticità, flessibilità e soprattutto sicurezza. Una prepagata è in grado di rispondere a tutte queste esigenze.

Altre guide utili sulle carte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.