Estinzione anticipata cessione del quinto: come richiederla

L’estinzione anticipata della cessione del quinto è sempre possibile?
Sulla cessione del quinto abbiamo dedicato una guida completa e pratica, che ti invito a leggere.
Si tratta di un particolare tipo di prestito dedicato a pensionati e dipendenti, con alcune caratteristiche che lo distinguono da qualsiasi altra forma di finanziamento:

  • Le rate non sono superiori al 20% (quindi a un quinto) dello stipendio
  • Ogni rata del rimborso viene trattenuta direttamente nella busta paga oppure nel cedolino della pensione dal datore di lavoro o dall’INPS.

Queste caratteristiche permettono anche ai soggetti protestati di richiedere una cessione del quinto.
Come avrai compreso, il suo funzionamento non è complesso, tuttavia non è insolito incappare in qualche dubbio.
È possibile estinguerlo anticipatamente? Eventualmente, ci sono delle penali o dei costi ulteriori da sostenere?

Compila i dati e guarda se puoi estinguere la cessione del quinto:












 
In questo articolo risponderemo a queste ed a tante altre domande.
Indice:

Estinzione anticipata: è sempre possibile?

La normativa di riferimento in materia è chiara.
L’estinzione anticipata della cessione del quinto è sempre possibile.
A riguardo, il decreto legislativo n. 141 del 2010 dispone: “Il consumatore può rimborsare anticipatamente in qualsiasi momento, in tutto o in parte, l’importo dovuto al finanziatore. In tal caso il consumatore ha diritto a una riduzione del costo totale del credito, pari all’importo degli interessi e dei costi dovuti per la vita residua del contratto”.
A ciò si aggiunge anche l’articolo 8 della direttiva 87/102/CEE, in base al quale: “Il consumatore deve avere la facoltà di adempiere in via anticipata agli obblighi che gli derivano dal contratto di credito. In conformità delle disposizioni degli stati membri, egli deve avere diritto a una equa riduzione del costo complessivo del credito”.

Quanto costa l’estinzione anticipata della cessione del quinto

Quando si procede a estinguere in via anticipata la cessione del quinto dello stipendio, è possibile che, durante l’operazione, venga richiesto il pagamento di diversi costi accessori.
Tra questi, si distinguono:

  • Commissioni bancarie e/o finanziarie: generalmente, si tratta di un corrispettivo rivolto all’istituto di credito e che ha lo scopo di “rimborsare” l’istituto di credito semplicemente per il fatto di aver messo a disposizione del cliente una certa somma di denaro. Però, a questo tipo di costi accessori, fanno capo anche le spese di gestione della pratica e le spese relative allo svolgimento dell’operazione stessa;
  • Polizze “rischio vita” e “rischio copertura”: spesso, le finanziarie o le banche richiedono che, al momento della stipula del contratto, vengano aggiunte anche tali polizze (a riguardo ti invito a leggere l’articolo dedicato alla polizza sulla cessione del quinto). Esse servono a coprire l’importo ancora dovuto, nel caso di decesso prematuro o di cessazione improvvisa del rapporto lavorativo del cliente;
  • Commissioni di intermediazione: come suggerisce il termine stesso, non sono altro che le provvigioni richieste dall’intermediario finanziario che favorito la stipula e/o la conclusione del contratto tra il cliente e l’istituto finanziario.

A questi costi, vanno aggiunti anche i costi:

  •  Del capitale residuo
  •  Degli interessi maturati
  •  Della penale relativa alla restituzione dei mancati interessi sulle rate.

Nello specifico, la clausola introdotta con la riforma del credito al consumo e in vigore dal 1° giugno 2013, ha previsto che l’indennizzo previsto in caso di estinzione anticipata corrisponde a:

  •  1% dell’importo rimborsato in anticipo: se, in teoria, il contratto si sarebbe dovuto concludere in un periodo di tempo superiore a 1 anno
  • 0,5% dell’importo rimborsato in anticipo: se, in teoria, il contatto si sarebbe dovuto concludere in un periodo di tempo pari o inferiore a un anno.

Quali costi sono rimborsabili in caso di estinzione anticipata

Nel caso in cui, nonostante i costi accessori, si voglia comunque procedere all’estinzione anticipata della cessione del quinto, bisogna anche prendere in considerazione i costi rimborsabili dall’istituto finanziario stesso.
In gergo finanziario, vengono definiti “costi recurring” e sono:

  1.  Commissioni: in questo caso, sono rimborsabili i costi che riguardano le operazioni relative al prelievo mensile della rata di finanziamento. Però, possono essere rimborsate solo le operazioni riferite al periodo intercorrente tra la data di estinzione anticipata e la scadenza originale del finanziamento;
  2. Polizze assicurative: possono essere rimborsati solo i costi dell’arco temporale in cui il cliente non ha usufruito della polizza;
  3.  Commissioni di intermediazione: possono essere rimborsati costi delle attività svolte, durante il periodo successivo alla firma del contratto, dall’agente finanziario.

Il conteggio estintivo

Una volta fatta richiesta per l’estinzione anticipata, la banca o la finanziaria con cui è stato stipulato il prestito rilascia il conteggio estintivo.
Il “conteggio estintivo” è un documento all’interno del quale si possono rinvenire:

  • Il numero della pratica
  • Le rate pagate fino al momento della richiesta del documento
  • Tutta la somma che deve essere ancora versata per portare a termine la finanziaria, le modalità
  •  La scadenza entro cui saldare il debito residuo
  •  Le modalità attraverso cui è possibile effettuare il pagamento
  •  Le eventuali penali, more, spese, commissioni e imposte
  •  Le coordinate bancarie per effettuare il bonifico.

Quando conviene estinguere anticipatamente il prestito

estinzione-anticipata-cessione-del-quinto
Non esiste una risposta univoca a questa domanda, perché è necessario valutare caso per caso.
È ovvio che l’estinzione anticipata porta con sé sia vantaggi sia svantaggi.
Innanzitutto, consente di evitare di pagare ulteriori interessi.
Allo stesso tempo, però, necessita che venga pagata una grossa somma di denaro in un’unica soluzione.
Pertanto, è meglio valutare il proprio caso, magari grazie all’aiuto di un consulente o del personale della banca, in modo da capire se sia effettivamente conveniente concludere il prestito prima della sua naturale scadenza.

Come si richiede l’estinzione anticipata della cessione del quinto?

Richiedere l’estinzione anticipata della cessione del quinto dello stipendio non è un’operazione complessa.
Infatti, la richiesta deve essere presentata semplicemente all’istituto con cui è stato stipulato il prestito, tramite raccomandata o Pec.
È importantissimo ricordarsi di indicare i propri dati, il numero del contratto a cui si fa riferimento ed allegare i documenti del contraente (carta d’identità e codice fiscale).
Tra l’altro, nella maggior parte dei casi, è possibile individuare tutte le indicazioni su come procedere, ed in che tempistiche, direttamente sul contratto del prestito.

Estinzione parziale cessione del quinto

Esistono due modi per poter estinguere la cessione del quinto dello stipendio:
Estinzione anticipata: si tratta della formula fin qui analizzata e consiste nel porre interamente fine al finanziamento, prima della scadenza del contratto
Estinzione parziale: è una formula poco usata, in quanto consente estinguere parzialmente il finanziamento. In questo modo, il cliente ottiene una riduzione della somma che deve ancora versare.

Conclusioni

L’estinzione anticipata della cessione del quinto dello stipendio o della pensione è un diritto che può essere esercitato da tutti i contraenti in qualsiasi momento.
Quando si opta per procedere con la pratica è, però, importante soppesare sia i vantaggi sia gli svantaggi che l’estinzione stessa potrebbe portare.
In alternativa, in effetti, si potrebbe decidere per l’estinzione parziale del prestito.
Comunque, sebbene richiedere la cessazione di questo tipo di finanziaria sia un’operazione piuttosto semplice, può essere opportuno chiedere qualche consiglio a un consulente qualificato o al personale dell’istituto finanziario.










Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami
Torna su