Guadagnare con il trading online: le 5 regole fondamentali

Perché nonostante l’enorme quantità di informazioni sugli indicatori finanziari la maggior parte delle persone non riesce a guadagnare con il trading online?

Eppure esistono guide, libri e tanti corsi che spiegano come funzionan i vari indicatori o che mostrano la loro validità attraverso i back test.

Eppure qualcosa non funziona.

La maggior parte delle persone, nonostante tutte queste informazioni, non guadagna e addirittura va in perdita.

Parliamo di oltre il 95% delle persone che si avvicinano al mondo del trading online.

Ma perché accade questo?

Per quale motivo solo il 5% riesce riesce a rendere remunerativa questa attività?

Semplicemente perché quando decidi di comprare e vendere un titolo esistono tante variabili da tenere in considerazione, che spesso vengono ignorate.

Non ti mostrerò nessun indicatore per guadagnare con il trading ma ti darò dei suggerimenti che valgono oro e che in molti corsi vengono venduti a migliaia di euro.

Grazie a questo articolo potrai fare la differenza tra essere un trader mediocre ed uno che si guadagnare davvero facendo trading online.

Fanne tesoro perché queste informazioni vengono vendute anche ad oltre 1.000 euro.

Indice:

REGOLA 1: LASCIA CORRERE I GUADAGNI E TAGLIA LE PERDITE

guadagnare con il trading online

Tieni bene a mente una cosa!

Le perdite faranno parte della tua vita da trader.

Si caro amico.

Le perdite fanno parte del trading, è normale.

Nel lungo termine avrai quindi una certa percentuale di operazioni in guadagno ed una percentuale di operazioni in perdita.

Con molta probabilità queste percentuali saranno molti simili.

Il segreto sta nel gestire questo rapporto così vicino tra guadagni e perdite lasciando correre i guadagni e tagliando le perdite.

Io personalmente sono riuscito a guadagnare anche con il 40% delle operazioni in guadagno ed il 60% in perdita.

Hai capito bene.

Le operazioni in perdita superavano quelle in guadagno e ci guadagnavo lo stesso.

Ho conosciuto un ragazzo invece che vantava il fatto di avere oltre il 90% di operazioni in guadagno e solo il 10% in perdita.

Peccato però che il 10% delle perdite superavano il 90% dei guadagni.

Come è possibile?

Perché si tende a monetizzare subito un guadagno perché quando chiudi un operazione in guadagno stai meglio psicologicamente.

Allo stesso tempo si tende a lasciar correre un titolo in perdita, perché fa male chiudere una posizione in perdita.

Lo so è molto dura vendere un titolo in perdita ma devi diventare un robot.

Le emozioni le devi mettere da parte.

QUINDI COME FARE A TAGLIARE LE PERDITE E GUADAGNARE CON IL TRADING ONLINE?

Tieni forte perché sto per insegnarti una strategia pazzesca che ti farà guadagnare con il trading online senza troppe dificoltà.

1) Quando fai un ordine inserisci anche uno stop.

Se il titolo va al contrario rispetto alle tue aspettative, il computer venderà per te e pazienza.

E adesso leggi attentamente perché viene il bello:

2) Se il titolo va nella direzione da te prevista inserisci un primo take profit parziale, magari del 50%.

A questo punto ti rimane la posizione aperta per il restante 50%.

3) Una volta raggiunto il take profit al 50%, per la restante posizione aperta al 50% applica uno stop almeno pari al prezzo di acquisto o anche superiore.

Se il titolo ritraccia per quel restante 50% non perdi nulla.

Non di rado però capita che il titolo continui la corsa e a quel punto di quel 50% farai molti più soldi di quanti ne avevi previsti per quel trade.

Inoltre, cosa non da poco, avrai un approccio su quel titolo con meno ansia perché nel peggiore dei casi dalla posizione rimasta in piedi al 50%, riuscirai a pareggiare i conti grazie al take profit del 50% iniziale.

Con questa strategia riesci a tagliare le perdite ed a guadagnare con il trading online contenendo i rischi.

Il massimo!

REGOLA2: NON UTILIZZARE TROPPA LEVA

non utilizzare la leva con il trading

Diceva una pubblicità: “la potenza è nulla senza controllo!”

Sulla base della mia esperienza posso dirti che: quanto più aumenta la leva, tanto più aumenta la probabilità di perdere.

Devi immaginare la leva come una Ferrari.

E’ pericoloso dare una Ferrari ad un neopatentato giusto?

Per utilizzare la leva ci vuole tanta esperienza.

Infatti quando hai una leva troppo alta:

1) Aumenta l’ansia nella gestione della posizione e quindi il rischio di prendere decisioni sbagliate;

2) Aumenta la probabilità che il tuo investimento raggiunga lo stop loss.

Mi spiego meglio:

Se con 100 euro muovi 1000 euro, non è detto che grazie a 100 euro guadagnerai di più.

Ho potuto notare che aumentando la leva aumentava la possibilità che l’investimento andasse in stop loss.

Perché ad una leva elevata basta un piccolo movimento di mercato per generare una perdita.

Si attiverà lo stop loss (perdita massima tollerabile) e perderai i tuoi soldi.

Secondo me la leva è una grande opportunità, soprattutto se usata nel forex (che rappresenta un mercato meno volatile rispetto ad altrui asset) però va usata con parsimonia.

E se punti ad utilizzare una leva molto alta fai incrementi del livello della leva graduali.

All’inizio il tuo obiettivo deve essere di imparare.

REGOLA 3: NON DIMENTICARE MAI IL MONEY MANAGEMENT

money management

“Questo è il capitolo più importante di tutto il libro, il capitolo più importante della mia vita e l’insieme di idee con più valore che io possa trasferire a voi”

Questo è quello che scrive Larry Williams nel libro “ I Segreti del Trading di Breve Termine” nel capitolo sul money management.

E se lo dice uno dei più importanti trader del mondo, forse il money management è un tantino importante.

E ti posso assicurare che io i miei errori più grandi li ho fatti con una errata gestione del money management.

Vediamo alcuni accorgimenti relativi al money management da tenere sempre a mente

1) Non aumentare il tuo investimento in modo esponenziale in breve tempo.

Quando fai trading, devi stabilire un importo da destinare ad ogni trade per ogni strumento finanziario.

Ad esempio:

– 5000 euro sugli indici;

– 1000 euro sulle singole azioni;

– 10.000 euro sulle valute

Arriva poi un momento in cui ti imbatti in un’operazione che secondo te ti porterà in profitto.

Spesso questa sicurezza deriva da operazioni precedentemente andate a buon fine.

Ecco!

In questa situazione molti trader anche famosi si sono fatti molto male e altri hanno dovuto abbandonare.

Non ti far prendere dall’euforia e mantieni il money managemnet che hai stabilito inizialmente.

Poi se guadagni aumenta gli importi progressivamente.

Su questo punto ricorda: devi essere molto duro con te stesso.

REGOLA 4: PER GUADAGNARE CON IL TRADING ONLINE DEVI CONOSCERE IL MERCATO DOVE OPERI

I mercat,i e quindi i grafici, non sono tutti uguali.

E’ vero, sembrano tutti uguali all’apparenza e saranno in molti a dirtelo (si vedano gli studi sull’efficienza dei mercati finanziari)

Ma allora perché molti grandi trader hanno il loro mercato preferito? Perché molti si specializzano su pochi mercati?

Forse perché c’è qualcosa che va oltre la semplice applicazione delle strategie di analisi tecnica.

Quel qualcosa si chiama sensibilità verso il mercato in cui operi.

Il mercato obbligazionario, il mercato delle valute ed il mercato azionario hanno dinamiche completamente diverse.

Il mio mercato preferito è il dax.

E’ sempre stato il Dax ad avermi dato delle belle soddisfazioni.

Molti utilizzano il mercato delle valute

Quale sarà il tuo? Lo scoprirai con l’esperienza.

DEVI ESSERE UN ROBOT E LASCIARE DA PARTE LE EMOZIONI

ragazzo stressato dal trading

Ci sono diversi errori emotivi che si commettono sul trading e l’emotività sulle attività di investimento costa caro.

Ci sono tantissimi che dicono che il trading è fatto da 90% psicologia e 10% da strategia.

Quando leggo queste percentuali sorrido perché non so su quale base vengono prese queste statistiche visto che è impossibile determinare qual è la vera percentuale.

Ma una cosa è certa:

La componente psicologica è una componente fondamentale per guadagnare con il trading online.

Ci vorrebbe un libro intero sulla psicologia del trading ed elencherò quindi gli errori che ho testato sulla mia pelle.

5a) PAZIENZA

Molto spesso non ho avuto pazienza nei miei investimenti. Ho cercato subito il botto aumentando la leva per guadagnare come un razzo!

Ed il botto è sempre arrivato! Ma al contrario…

Per guadagnare con il trading bisogna avere pazienza, quasi la stessa del pescatore che di fronte al mare aspetta la sua preda.

Un altro errore che ho commesso spesso è stato entrare a mercato sempre e comunque, senza aspettare il momento corretto.

Quando ho capito che dovevo avere pazienza ho avuto risultati soddisfacenti e si è ridotto notevolmente il numero di volte in cui ho perso.

5b) AVIDITA’

Ricordo quella maledetta operazione sull’eurostoxx 50 a leva 10.

Nel giro di pochi giorni il titolo ha guadagnato oltre le mie aspettative ma all’improvviso mi sono accorto che volevo di più, ero convinto che il mercato avrebbe rotto la resistenza di Fibonacci.

Il risultato?

Ho chiuso l’operazione in perdita.

Non solo, non ho guadagnato ma addirittura ho raggiunto lo stop iniziale. Sono stato avido.

Avrei potuto fare due cose: o avvicinare lo stop vicino al prezzo di acquisto oppure monetizzare almeno una parte dell’operazione.

E invece la troppa convinzione alimentata dall’avidità di avere di più, mi ha fegato.

5c) PRENDERE UNA DECISIONE ED ESSERE CONVINTI DI AVER FATTO LA SCELTA GIUSTA

L’operazione di cui ti ho appena parlato nasconde un altro errore psicologico sempre legato all’avidità: essere convinti di aver fatto la migliore scelta di investimento.

Ogni volta che entri in un mercato possono cambiare le condizioni da un momento all’altro.

In quel caso devi avere la capacità di capire se quell’operazione è ripetibile o meno.

E se le condizioni sono cambiate non devi convincerti che in realtà quella è un ottima operazione.

CONCLUSIONE

Oltre ad imparare ad utilizzare l’indicatore x piuttosto che l’indicatore y, tieni a mente le regole di cui ti ho appena parlato perché contribuiranno a fare la differenza tra stare nel 5% di chi guadagna o nel 95% dei perdenti.

Perché se vuoi guadagnare con il trading online, devi tenere bene a mente che non ci sono solo indicatori tecnici ma molto di più.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami
Torna su