Guida libera, esperta o esclusiva: scegli la formula che fa per te

Un modo semplice ed efficace per risparmiare sulla polizza auto ed essere sicuri di non subire una rivalsa dall’assicurazione in caso di sinistro stradale, è quello di sottoscrivere la formula di guida più adatta alle proprie esigenze, scegliendo tra guida libera, esperta o esclusiva.

La domanda che dovresti porti in questo caso è “Quante persone guideranno la mia auto e che età avranno?”

In generale, vigono queste tre regole fondamentali:

  • Se sai che la tua auto verrà guidata da più membri della tua famiglia (anche neo patentati) oppure la presti spesso, è obbligatoria la guida libera;
  • Se l’auto viene guidata esclusivamente da persone con più di 25 anni  non neo patentati, la guida esperta è la scelta più adatta;
  • Qualora l’auto venisse guidata solo da una persona, andrà benissimo al guida esclusiva.

Le conseguenze di una scelta sbagliata?

Se, ad esempio, in presenza di una polizza auto con guida esperta, tuo figlio neopatentato dovesse commettere un incidente, l’assicurazione si rivarrebbe su di te per ottenere il rimborso delle somme versate in favore del danneggiato.

Possono sembrare concetti complessi ma, credimi, non lo sono.

In questo articolo cercherà di spiegarti con semplicità la differenza tra queste tre tipologie di guida, come fare per scegliere la più adatta a te e che cos’è la rivalsa.

Come al solito, per qualsiasi dubbio o domanda lascia un commento.

Indice:

Cos’è l’assicurazione guida libera

La polizza guida libera, per via della sua maggior flessibilità, è anche quella più costosa perché espone le compagnie assicurative ad un maggio rischio.

Da cosa deriva questo maggior rischio?

Dall’impossibilità di prevedere l’età e quindi l’esperienza di chi si siederà al volante dell’auto.

In breve, si tratta di una formula che consente al proprietario del veicolo di affidare la propria auto a chiunque sia in possesso di una patente di guida.

Rappresenta, quindi, la soluzione migliore qualora in famiglia si possieda una sola auto che verrà utilizzata anche da soggetti neopatentati, oppure nel caso in cui si dovesse spesso prestare la propria vettura a diverse persone.

Solo in questo caso il costo elevato della formula a guida libera rappresenterà un spesa utile ed oculata.

Potrebbe interessarti anche: “Assicurazione auto neopatentati”

Polizza guida esperta

Come suggerisce la denominazione stessa, la polizza guida esperta prevede che l’auto venga guidata solo da conducenti con una certa esperienza alla guida.

Come si fa a calcolare l’esperienza del conducente?

Per convenzione, le compagnie assicuratrici stabiliscono che un guidatore con età superiore ai 25 può essere considerato esperto.

Quindi scegli questa formula se l’auto verrà guidata solo da guidatori esperti ed in totale assenza di neo patentati.

Polizza guida esclusiva

Se la guida libera è la formula più flessibile, quella esclusiva è la più rigida.

La guida esclusiva, infatti, è da sottoscrivere solo nel caso in cui l’auto venga guidata da un solo soggetto.

Se fai guidare l’auto ad una persona diversa dal singolo contraente indicato nella polizza e quest’ultimo dovesse commettere un incidente stradale, cosa succederebbe?

In un caso del genere la Compagnia Assicurativa potrebbe versare il risarcimento del danno alla persona danneggiata e intraprendere un’azione di rivalsa nei confronti dell’assicurato.

Attenzione alla rivalsa quando scegli il tipo di guida nella polizza auto

rivalsa-assicurazione

Che le assicurazioni per i veicoli costino parecchio è un dato di fatto.

Allo stesso modo, si sa che le persone cercano di risparmiare il più possibile, eliminando dal proprio contratto le clausole più costose e lasciando solo le formule più convenienti.

Tuttavia, appare molto importante valutare in modo responsabile quale tipo di limitazione alla guida inserire nella propria polizza.

Il rischio di cadere in qualche rivalsa da parte della propria compagnia è dietro l’angolo.

Si chiarisce che la rivalsa è quell’azione intrapresa dall’Impresa assicurativa che, dopo aver rimborsato il danneggiato, chiede al responsabile dell’incidente la restituzione parziale o totale dell’importo rimborsato.

Solitamente, la rivalsa viene attuata nelle seguenti circostanze:

  • Conducente non abilitato alla guida oppure con patente sospesa o scaduta;
  • Conducente che guida sotto l’effetto di alcol o sostanze stupefacenti;
  • Auto condotta o mantenuta in modo non conforme a quanto stabilito dal codice della strada vigente (esempio, mancanza di revisione di legge; numero di passeggeri trasportati maggiore rispetto a quelli consentiti);
  • Variazioni non comunicate (esempio, informazioni false fornita durante la stipula del contratto; cambio di residenza).

Quale formula scegliere sulla base delle tue esigenze

Alla luce di quanto detto fino a ora, è chiaro che lasciarsi prendere dalla convenienza delle clausole senza tener conto delle proprie necessità, potrebbe rappresentare un forte rischio e, contemporaneamente, un grave errore.

Per esempio, se, da una parte, la guida esclusiva consente di risparmiare una cifra notevole, si è davvero sicuri che l’auto verrà utilizzata solo da un guidatore?

E se si optasse effettivamente per questa formula e si decidesse di far utilizzare la vettura anche ad altre persone, si è certi del fatto che sia più conveniente “rischiare” la rivalsa in caso di incidente?

In aggiunta, bisogna prendere in considerazione anche un altro elemento. Non esiste un prezzo unico per tutte le compagnie assicurative, né una formula prestabilita.

In tal senso, è possibile che i costi della guida esclusiva e la guida esperta varino di pochissimo oppure ci sia una differenza abissale. In aggiunta, vi sono Imprese Assicuratrici che fissano l’età minima per guida esperta a 26 anni, mentre altre a 23.

A prescindere dal tipo di formula, potrebbe essere una buona idea aggiungere la tutela legale come garanzia accessoria che coprirà i costi delle spese legali qualora si debba o si venga citati in giudizio.

Tipologia di guida in presenza di neopatentato

Quale formula di guida è necessario sottoscrivere in presenza di un neopatentato?

Visto che la guida esperta e la guida esclusiva sono clausole rivolte al guidatore che ha superato i 25/26 anni, l’unica attuabile per un neopatentato risulta essere la guida libera, la quale, come abbiamo visto, è la formula più costosa.

Conclusioni

Quando si stipula una polizza assicurativa per la propria auto, non bisogna esclusivamente prendere in considerazione il preventivo che presenta un prezzo inferiore, al fine di risparmiare il più possibile.

Bisogna, invece, tenere a mente e inserire diverse clausole, capaci di completare l’assicurazione base.

Tra queste clausole, rientra quella che si riferisce alla tipologia di guida, la quale può essere:

  • GUIDA LIBERA: l’auto può essere guidata da chiunque, senza limitazioni;
  • GUIDA ESPERTA: l’auto può essere guidata da chiunque abbia almeno 25-26 anni;
  • GUIDA ESCLUSIVA: l’auto può essere utilizzata da un solo guidatore.

Scegliere il tipo di guida giusta da inserire nel contratto assicurativo è molto importante, perché, nel caso di incidente con alla guida un soggetto non autorizzato all’utilizzo dell’auto, il contraente del contratto potrebbe incorrere nella rivalsa da parte della sua Compagnia Assicurativa.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami
Torna su