Assicurazione danni accidentali smartphone: come funziona

Per comprendere al meglio il funzionamento dell’assicurazione danni accidentali smartphone, cerchiamo di definire con esattezza il concetto di danno accidentale.

Si parla di accidentalità quando l’evento che ha causato il danno è stato, prima di tutto involontario, ed in secondo luogo totalmente imprevedibile.

Nel caso di uno smartphone, sottoscrivendo una polizza (che non ti costa più di 35€ all’anno) ti assicuri che, a prescindere dall’entità del danno subito dal cellulare, il telefono venga riparato senza costi aggiuntivi.

Attiva la polizza smartphone a partire da 34,95€ all’anno >>

Addirittura se il danno dovesse essere totale, quindi il cellulare fosse praticamente da buttare perché non riparabile, l’assicurazione ti rimborserà con una somma pari al valore attuale del cellulare.

Ciò significa, che ovviamente, in casi del genere otterrai una somma di denaro inferiore a quella spesa quando hai acquistato lo smartphone.

Ma poco male, meglio una somma inferiore che ritrovarsi con un cellulare rotto e centinaia di euro buttati al vento.

Quali sono i danni accidentali coperti dall’assicurazione per telefoni?

Come ho già approfondito nell’articolo dedicato all’assicurazione smartphone, i danni accidentali coperti da questo genere di polizza sono davvero tanti e comprendono tutte le situazioni in cui un cellulare potrebbe essere accidentalmente danneggiato.

Con l’avanzamento tecnologico incalzate che ha investito i dispositivi cellulari, i nostri smartphone sono sempre più sofisticati ma allo stesso tempo più delicati.

Immagina una caduta rovinosa oppure l’eventualità che il telefono rimanga per qualche minuto sotto un getto d’acqua, magari una pioggia battente che non ti ha dato il tempo di recuperare il telefono dal tavolino sui cui era poggiato.

Insomma le situazioni che potrebbero danneggiare, con conseguenze più o meno gravi, il cellulare sono davvero tante.

Perché la garanzia del cellulare stesso non basta?

Come previsto dal Codice del Consumo, tutti i venditori devono assicurare un periodo di garanzia ai proprio clienti entro cui quest’ultimi possono richiedere la riparazione o sostituzione del prodotto danneggiato o difettoso.

Tuttavia questo tipo di garanzia prende in considerazione essenzialmente i difetti tecnici.

Ciò significa che se il tuo cellulare, in seguito ad una caduta, ne uscisse completamente distrutto non otterresti nessun rimborso dall’azienda che te l’ha venduto.

Al contrario, con l’assicurazione danni accidentali smartphone ti assicureresti un rimborso pari al valore attuale del tuo modello di cellulare.

Ed in caso di furto cosa succede?

Alcune lo includono direttamente tra le garanzie della polizza, mentre per altre devi espressamente richiederlo.

Fatto sta che quando si parla di assicurazione per cellulare è possibile tutelarsi anche in caso di furto.

Soprattutto i modelli più alla moda sono quelli più appetibili per mascalzoni senza scrupoli, che potrebbero essere interessati a rubarti il cellulare.

 

 

 

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami
Torna su