Sistemi legali per non pagare i debiti

sistemi legali per non pagare i debiti

Esistono sistemi legali per non pagare i debiti? Si esistono e come!

Di fatto l’espressione “non pagare i debiti” è errata ed eccessiva. Ciò che è possibile fare, in realtà, è ridurre i propri adattandoli alle proprie possibilità finanziarie e patrimoniali.

Per intenderci, se da quando hai contratto il debito ad oggi la tua situazione finanziaria è peggiorata (ad esempio hai perso il lavoro o ti hanno ridotto lo stipendio) hai la possibilità di accordarti con il tuo debitore riducendo il debito.

Ma si può fare tutto ciò da soli? Assolutamente no.

Per sfruttare tutti i sistemi per non pagare i debiti sarà necessario rivolgersi ad avvocati esperti in crisi di debito che siano in grado di analizzare la tua posizione debitoria ed individuare la giusta strategia per poter ridurre la tua mole di debiti.

Facciamo una breve panoramica di questi strumenti.

Sistemi per non pagare i debiti in modo legale

A livello normativo i due sistemi principali che possono permetterti di ridurre i tuoi debiti sono il Saldo e stralcio e la Legge 2 del 2012, nota anche come Legge Salva Suicidi o sul sovraindebitamento.

Senza entrare nel dettaglio tecnico di questi strumenti, il fine ultimo è sempre lo stesso: trovare un punto di incontro tra debitore e creditori al fine di sanare la posizione debitoria.

Detta così può sembrare una cosa semplice ma non lo è affatto.

Ogni caso è diverso dall’altro e per trovare il miglior strumento adatto a risolvere la tua situazione sarà necessaria un’attenta analisi del tuo profilo debitorio oltre che finanziario.

Inoltre le strategia da adottare potrebbero essere diversa a seconda che tu non abbia già pagato alcune rate del prestito o che tu stia ancora pagando in tempo.

Ecco perché l’unico modo per uscire davvero da una situazione di indebitamento è prima di tutto sottoporre il tuo caso ad un esperto.

Dovrai, ad esempio, raccontare con estrema sincerità i motivi che ti hanno portato ad avere difficoltà nel pagare i debiti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here