Come funziona il servizio di crowdfunding di Tinaba

Come funziona il servizio di crowdfunding di Tinaba
Ultima modifica Novembre 29, 2021

Il servizio di crowdfunding di Tinaba si chiama Iniziativa Pubblica, un nome che esprime sin da subito l’essenza del servizio: la possibilità per il cliente, di intraprendere un’attività utile per il sociale.

Si tratta infatti di una raccolta fondi da condividere con gli interessati, per raggiungere la cifra necessaria a portare a termine un’iniziativa a sfondo solidale, pubblicizzandola e finanziandola attraverso i canali offerti da Tinaba e tramite i propri social.
Alcuni esempi? La raccolta fondi dedicata alla fornitura mensile di sacchetti alimentari, quella per affitto e spese universitarie degli studenti o, ancora, la raccolta fondi per i bambini del Neurologico Carlo Besta di Milano.

Iniziativa Pubblica si differenzia dalle normali forme di crowdfunding, proprio per il suo scopo solidale, che le permette di godere di una regolamentazione fiscale speciale; inoltre, se hai in mente un’idea solidale per sostenere la comunità, sarà molto semplice avviare la raccolta fondi per metterla in pratica, mentre se desideri fare una donazione per una delle collette già esistenti, ti basteranno pochi clic.

tinaba
INDICE
  1. Tinaba e Banca Profilo, la partnership per il sociale
  2. Come funziona il servizio di crowdfunding di Tinaba
  3. Quali sono i vantaggi del servizio di crowdfunding di Tinaba
  4. Cosa succede dopo la donazione?

Tinaba e Banca Profilo, la partnership per il sociale

Prima di passare a scoprire tutti i dettagli del servizio, ti presento in breve Tinaba, l’App in partnership con Banca Profilo, che mette a disposizione degli enti interessati, la possibilità di promuovere raccolte fondi a scopo benefico tramite il servizio di crowdfunding.

Tinaba (acronimo dall’inglese “This Is Not A Bank”) è un’applicazione che permette di trasformare il tuo smartphone in un e-wallet, portafoglio elettronico, grazie al quale gestire il conto corrente e la carta prepagata Tinaba. In questo modo sarà semplicissimo gestire i propri soldi e anche le Iniziative Pubbliche, come vedremo più avanti.

Infine, due parole su Banca Profilo, la società bancaria partner di Tinaba: l’Istituto di Credito indipendente è quotato in Borsa dal 1999, si conferma come una solida realtà societaria per la gestione patrimoniale, con un occhio di riguardo alle innovazioni: per questo la banca si fa vanto dell’assistenza che offre ai suoi clienti e della particolarità del suo servizio di crowdfunding.

Con Tinaba è possibile gestire il proprio patrimonio, approfittando anche del servizio di consulenza di Banca Profilo, ma anche dare vita a iniziative di supporto per la comunità e per i più bisognosi, molto spesso bambini, attraverso la creazione di progetti che abbiano uno scopo sociale benefico ben definito: è proprio questa la caratteristica principale che distingue il servizio di crowdfunding di Tinaba, che mette in moto una vera e propria collaborazione tra App, banca e comunità.

Come funziona il servizio di crowdfunding di Tinaba

 

Il servizio di crowdfunding di Tinaba può essere osservato da due diversi punti di vista, ossia da quello dell’ente che avvia la raccolta fondi e da quello del donatore, che vi partecipa.

I soggetti che possono proporre raccolte fondi tramite Iniziativa Pubblica sono gli enti. Con questo termine si intendono le istituzioni organizzate per raggiungere un fine, che siano dotate di personalità giuridica. Per fare qualche esempio, sono enti le imprese, ma anche le associazioni senza scopo di lucro, le società editoriali che gestiscono testate giornalistiche, ecc.

Una volta capito quali sono i soggetti che possono avviare l’iniziativa, vediamo come possono farlo.

Chi ha in mente un progetto che possa aiutare la comunità, i bisognosi o qualsiasi categoria sociale che possa ricevere benefici da una raccolta fondi, può avviare un’Iniziativa Pubblica con Tinaba, aprendo per prima cosa un conto corrente in Banca Profilo.

Al momento della creazione del conto, saranno automaticamente richiesti i documenti personali e societari, nonché la firma digitale del rappresentante. L’apertura del conto è veloce e il passaggio successivo è l’immediata descrizione dell’Iniziativa che si vuole presentare al pubblico; una breve spiegazione del progetto, che illustri le sue finalità, corredata da una fotografia che rappresenti al meglio lo spirito dell’iniziativa e infine la data di scadenza della raccolta fondi.

Tutto questo viene deciso dall’ente che propone la raccolta e comunicato a Tinaba, che non applicherà alcuna commissione sul denaro ricevuto. Questo significa che tutto i soldi raccolti tramite crowdfunding andranno a finire alla causa prescelta.

Il procedimento è molto veloce e, al termine di questo, la proposta corredata di foto apparirà sull’apposita Bacheca dell’App Tinaba e sulla pagina a cui si accede cliccando sul link della raccolta. Ogni progetto viene presentato al pubblico anche attraverso la breve descrizione dell’ente, per permettere ai donatori di saperne di più sui beneficiari della raccolta.

A questo punto, il promotore può iniziare a pubblicizzare la sua raccolta fondi tramite tutti i canali social o le applicazioni a sua disposizione, condividendo il link con i suoi contatti o inviandolo tramite SMS. Sfruttando l’effetto del passaparola, questo link di invito può raggiungere un numero di persone potenzialmente illimitato, facendo conoscere l’Iniziativa Pubblica a potenziali donatori vicini e lontani ovunque nel Paese.

Ecco allora che entrano in gioco i donatori: cliccando sul link condiviso, o visitando la Bacheca di Tinaba, tutti possono venire a conoscenza delle iniziative benefiche proposte dagli enti e, se lo desiderano, partecipare con un’offerta, che sarà accreditata in tempo reale senza essere sottoposta ad alcuna commissione.

Il donatore può scegliere in che modo partecipare alla raccolta e a quali iniziative aderire; se vuole, può creare un alias oppure donare in forma anonima. Chi è già cliente Tinaba, dovrà semplicemente versare l’importo desiderato tramite App, mentre per i non clienti c’è la possibilità di donare anche con bonifico o PayPal, se l’ente promotore ha selezionato questa opzione.

In alternativa, ogni donatore che desidera farlo, può registrarsi su Tinaba e partecipare al crowdfunding come utente.
Qualsiasi cifra è ben accetta e anche con un minimo contributo è possibile partecipare al progetto che ti sta a cuore. Col sistema del crowdfunding, si punta sulla quantità dei donatori ed è davvero il caso di dirlo, l’unione fa la forza: anche con meno di 1 euro, puoi aiutare il gruppo a raggiungere il risultato.

Quali sono i vantaggi del servizio di crowdfunding di Tinaba

Come hai visto, Iniziativa Pubblica presenta delle caratteristiche un po’ diverse dalle normali forme di crowdfunding che si trovano nel web. Riassumendo, ecco i principali vantaggi, per gli enti e per i donatori, a disposizione di chi sceglie Tinaba:

· Facilità e immediatezza nella creazione di una raccolta fondi;

· Zero commissioni sul denaro donato;

· Possibilità di fare donazioni minime a partire da 0,01 euro;

· Possibilità di donare/ricevere ovunque e in qualsiasi momento;

· Ingresso in una community verificata e protetta composta dagli utenti di Tinaba;

· Trasparenza delle spese e nella gestione del denaro.

L’ultimo punto di questa lista merita un ulteriore approfondimento, perché forse ti starai chiedendo cosa succede al tuo denaro dopo la donazione.. La risposta è semplice, l’ente riceverà un’accurata reportistica che gli consentirà di seguire l’andamento della raccolta e il donatore potrà fare altrettanto, continuando a monitorare la Bacheca di Tinaba. Ma vediamo più nel dettaglio come si conclude la raccolta fondi organizzata con Iniziativa Pubblica.

Cosa succede dopo la donazione?

Una volta avviata, la raccolta fondi a scopo benefico rimane visibile sulla Bacheca di Tinaba per tutto il tempo stabilito dall’ente. Durante questo periodo, accedendo alla pagina dal sito di Tinaba, potrai vedere a che punto si trova la raccolta fondi, visualizzando l’esatta cifra raggiunta in qualsiasi momento e il conto alla rovescia per sapere quanto manca al termine dell’iniziativa.

Quando la cifra fissata nell’obiettivo viene raggiunta, l’ente lo comunica ai suoi donatori e dichiara conclusa la raccolta, aggiornando i contribuenti sullo svolgimento del progetto, reso possibile grazie alle donazioni.

Il Rappresentante dell’ente che ha avviato il crowdfunding riceve ogni settimana, o ogni mese, un resoconto dettagliato sullo stato della raccolta, restando così sempre informato sul totale dei fondi ricevuti e sul numero dei donatori, che risulta continuamente aggiornato con i nuovi partecipanti all’iniziativa.

Puoi scoprire tutti i progetti benefici attualmente in corso consultando il sito di Tinaba, nella sezione Crowdfunding. Qui troverai sempre nuovi progetti per aiutare chi ne ha bisogno e se desideri avviare una raccolta fondi per il sociale, la renderai visibile a tutti gli interessati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.