Investimenti sicuri: esistono davvero?

Investimenti sicuri: esistono davvero?
Ultima modifica Gennaio 5, 2022

L’investimento sicuro è quello che ti da l’assoluta certezza di recuperare il capitale investito ottenendo un guadagno, anche se minimo.

Agli occhi di un investitore poco informato, questa rappresenta l’opportunità di poter guadagnare tanto non rischiando niente o quasi. 

Ma ti  viene in mente qualche investimento che rispecchi queste 2 definizioni, sicuro e altamente redditizio?

Se hai risposto no, ti faccio i complimenti perché, in realtà, non esistono investimenti sicuri al 100% che siano anche fonte di grandi guadagni.

Ricorda sempre che ogni investimento porta con se dei rischi e se vuoi investire in modo consapevole e profittevole devi accettarlo.

A tal proposito, si parla di rapporto rischio rendimento come uno degli indice di valutazione più importanti per stabilire la convenienza di un investimento.

Nei prossimi paragrafi imparerai cosa si intende oggi per investimenti sicuri e quanto, in realtà, siano poco sicuri e redditizi 2 degli investimenti considerati più sicuri dagli investitori inesperti: i conti deposito e gli investimenti immobiliari.

INDICE
  1. Cosa sono gli investimenti a rischio zero e come si sono evoluti nel tempo
  2. Gli investimenti solitamente definitivi come più sicuri
  3. Come informarsi sui rischi di un investimento

Cosa sono gli investimenti a rischio zero e come si sono evoluti nel tempo

Fino a qualche anno fa gli investimenti sicuri, o a rischio zero, erano senza ombra di dubbio i titoli di Stato.

Con un livello di indebitamente nettamente inferiore rispetto a quello attuale, essi rappresentavano effettivamente un investimento a capitale garantito.

Attualmente, per via del crescente indebitamento degli Stati e della vorticosa velocità di cambiamento delle dinamiche macroeconomiche, il concetto di rischio zero risulta essere totalmente rivisitato.

Ad oggi con l’espressione rischio zero si intende un investimento meno rischioso ma non totalmente privo di rischio.

Quando ti propongono un investimento sicuro ecco cosa devi fare

Nonostante tu abbia appena appreso la notizia che gli investimenti sicuri al 100% non esistono, promotori finanziari e banche continuando a proporre investimenti sminuendo i rischi ed arrecando un danno ai finanziatori meno esperti.

Quando ti propongono un investimento privo di rischio devi porti alcune domande:

  • Quant’è la perdita massima di questo investimento?
  • Posso disdire anticipatamente?
  • Cosa succede se fallisce la società o lo Stato in cui sto investendo?

Gli investimenti solitamente definitivi come più sicuri

Assodato il fatto che non puoi investire azzerando completamente i rischi, cerchiamo di capire quali sono gli strumenti che vengono spesso descritti come più sicuri ma che, in realtà, in tante situazioni così sicuri non sono.

I conti deposito sono sicuri?

Avrai sicuramente sentito parlare dei conti depositi, come uno degli investimenti più sicuri in circolazione.

Potresti, infatti, pensare che in caso di fallimento i soldi sono garantiti e che alla scadenza tu abbia certezza di recuperare il capitale investito più gli interessi.In realtà sappi che i conti deposito non sono affatto un investimento.

Rappresentano liquidità che tu accantoni in un altro conto corrente, con la promessa di mantenerla sul conto per un determinato periodo.

Se fallisce la banca puoi godere di una copertura fino a €100.000 ma se fallisce lo Stato? Cosa succede a quei tanto sicuri conti deposito?

In realtà nessuno può dare una risposta ma il rischio di non rivedere più i propri soldi anche con somme inferiori ai €100.000 è molto molto alto.

E poi sui conti deposito incombe un altro rischio che nessuno considera, ovvero il rischio di perdere potere d’acquisto. 

Con i soldi si comprano beni e servizi ed il loro valore deve essere commisurato a quanti beni e servizi puoi acquistare.

Un investimento si potrebbe definire davvero sicuro quando è in grado di darti la certezza di poter acquistare le stesse identiche cose anche dopo la scadenza di quell’investimento.

Con un investimento a basso rendimento, nel giro di qualche anno, hai la quasi certezza di ritrovarti con meno soldi da spendere.

Inoltre, cosa succede ad un conto deposito se hai bisogno dei soldi prima?

Molti conti deposito non permettono di disinvestire prima della scadenza ed altri applicano delle penali.

Alla luce di tutto questi pensi davvero che il conto deposito sia ancora un investimento sicuro?

L’investimento immobiliare è sicuro?

Sfatiamo un altro mito legato agli investimenti, per così dire, sicuri.

Gli investimenti immobiliari (per intenderci, acquistare casa per generare una rendita), non danno alcuna sicurezza di recuperare il capitale, soprattutto nel breve termine.Di fatto, non hai alcuna certezza di poter riscattare l’investimento vendendo l’immobile in tempi brevi.

E poi ovviamente c’è anche il rischio del prezzo.Ormai sussiste una tendenza ribassista sui prezzi del settore immobiliare, sia perché  c’è meno interesse da parte degli italiani verso il mattone ma anche perché la popolazione italiana sta ormai diminuendo.

Nel momento in cui si verifica un abbassamento della domanda di case, i prezzi di diminuiscono drasticamente.

Come informarsi sui rischi di un investimento

Per ogni investimento la società che ha emesso lo strumento finanziario deve produrre un documento dove indicare costi e rischi.

La prima cosa da fare è quella di dare un’occhiata al KID, o prospetto informativo, e poi eventualmente fare tutte le domande al consulente perché, ricorda che il rischio non è una cosa brutta. Il rischio è anche un’opportunità ma bisogna avere la consapevolezza che non esistono investimenti sicuri.

Per dormire sogni tranquilli devi conoscere quali rischi stai correndo quando decidi di fare quel investimento. Una cosa è investire con la consapevolezza di quali sono i rischi un’altra cosa è investire credendo di non averne. Ti consiglio di leggere questo articolo in cui parlo dei rischi degli investimenti più comuni. Conoscerli ti servirà per cercare di attutirne gli effetti.

Se conosci i rischi puoi valutare e decidere se vale la pena o meno investire in un determinato strumento finanziario.

2 risposte a “Investimenti sicuri: esistono davvero?”

  1. Araldico ha detto:

    si va bè ma che articolo è

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.