Cosa succede se si verifica un incidente mentre sei alla guida di un’auto straniera,  ovvero immatricolata all’estero?

La disciplina normativa di cui ti parlerò in maniera semplice e pratica nel prossimo paragrafo,  viene (al momento) applicata sia ai veicoli immatricolati in un Paese europeo che in uno extra-europeo.

Incidente con auto straniera: disciplina della IV Direttiva

La IV Direttiva Comunitaria disciplina in maniera diversa il caso in cui un incidente con auto straniera avvenga in Italia oppure all’estero.

Incidente in Italia con auto straniera

In caso di incidente avvenuto in Italia con un veicolo immatricolato all’estero dovrai rivolgerti all’UCI,  l’Ufficio Centrale Italiano che ha sede a Milano in Corso Sempione 39.

A gestire il risarcimento sarà poi una compagnia assicurativa a cui l’UCI  si affida per risolvere casi del genere.

Incidente all’estero con veicolo straniero

Cosa succede, invece, se l’incidente avviene all’estero?

In questo caso dovrai prima di tutto fare ricorso al cosiddetto modulo blu, che viene utilizzato in qualsiasi parte del mondo, e non solo in Italia.

Inoltre dovrai provvedere a denunciare l’avvenuto incidente alla tua assicurazione RcAuto e, se hai acquistato una Carta Verde alla frontiera italiana, dovrai contattare anche l’UCI.

Incidente all’estero con un residente

Ma i casi che possono verificarsi nella pratica non si esauriscono qui.

Immagina di trovarti in Germania con la tua vettura straniera e di fare un incidente con un cittadino tedesco.

 In questo caso dovrai inviare la richiesta di risarcimento all’assicurazione dell’auto tedesca con cui ha avuto l’incidente.

Incidente fuori dall’Italia con un non residente

Se invece, sempre seguendo il nostro esempio della tua permanenza in Germania, si verifica un incidente con un cittadino non residente, ad esempio un francese,  avrai due possibilità:

  • rivolgerti all’assicurazione nella vettura francese con cui hai avuto un incidente
  • rivolgerti al Bureau  tedesco che equivale all’ufficio centrale italiano in Germania.

In tutti i casi appena citati è fondamentale che la richiesta di risarcimento sia ricca di documentazione ed elementi utili per facilitare il disbrigo della pratica.

Ecco gli elementi che non dovrebbero assolutamente mancare:

  • generalità delle parti;
  • testimoni;
  • descrizione dell’evento;
  • conta dei danni materiali.

Ricorda di non inviare mai i documenti originali perché potresti correre il rischio di perderli.

Incidente all’estero con un cittadino italiano

Potrebbe anche verificarsi il caso in cui incidente avvenga all’estero con un altro cittadino italiano.

Se sono coinvolte solo due vetture, se nessuno ha subito lesioni e le assicurazioni di entrambe le parti aderiscono al CID,  potrai direttamente rivolgerti alla tua assicurazione per richiedere il risarcimento.

Se uno di questi tre elementi che ti ho appena citato non sussiste, dovrai invece rivolgerti all’assicurazione della persona italiana con cui hai appena avuto un incidente.

Consigli utili

Prima di salutarti, voglio darti alcuni consigli utili qualora tu ti trovassi a dover fronteggiare uno dei casi che abbiamo trattato in questo articolo.

Se hai stipulato una polizza kasko, dopo essere rientrato in Italia denuncia l’avvenuto incidente anche all’assicurazione Kasko.

Inoltre, se dall’invio della tua richiesta di risarcimento è trascorso un anno senza ricevere alcuna risposta, invia una nuova richiesta.

 Solo in questo modo eviterai che il tuo diritto al risarcimento vada prescritto.

Infine, ricorda che se la polizza Kasko non  dovesse riuscire a coprire intera entità del danno, puoi sempre rivolgerti all’assicurazione della controparte per integrare la differenza. 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui