Le carte prepagate possono avere costi fissi e costi variabili, legati all’operazione, oppure essere completamente gratuite.

In questo articolo vedrai quali sono le tipologie di commissioni o costi che vengono applicati alle carte prepagate.

attivazione hype

Tuttavia, per conoscere il costo di una carta prepagata devi guardare suoi i fogli informativi che vengono approvati dalla Banca d’Italia, che è l’organo di vigilanza delle banche.

Per semplificarti la vita, abbiamo dato un’occhiata a tutti i fogli informativi delle principali carte prepagate ed estrapolato i costi che più spesso vengono menzionati.

Costi fissi delle carte prepagate

Alcune carte prepagate possono prevedere un canone mensile che, di solito, non supera mai i 2€ al mese.

Si tratta generalmente delle carte che offrono prestazioni maggiori rispetto a quelle garantite dalle prepagate gratuite.

Ad esempio, possono prevedere un plafond oppure dei limiti massimi di spesa maggiori.

Se stai cercando carte senza canone dai un’occhiata al nostro articolo sulle carte prepagate con iban.

Vedrai che sono davvero tante le prepagate che ti offrono la possibilità di utilizzare limiti molto ampi, pur non pagando nessun canone.

Il classico esempio è quello di carta Hype.

Costi di emissione

costi emissione carta prepagata

Alcune carte hanno una commissione per l’emissione, però in genere questo costo lo trovi per le carte che propongono direttamente le banche allo sportello.

Tra le carte che puoi attivare online, l’unica che prevede un costo di emissione è Viabuy.

Quindi, nel momento in cui attivi una carta prepagata che non ha commissioni fisse, ovvero costo di emissione e canone mensile, la carta non ti costa nulla se non la usi.

Se invece la usi ci possono essere dei costi legati all’utilizzo.

Vediamo quali sono.

I costi variabili di una carta prepagata

I costi variabili possono appunto variare e dipendono principalmente dall’utilizzo che fai della carta.

Inoltre tieni conto che molte prepagate, soprattutto le versioni base, non prevedono costi per la maggior parte delle operazioni.

I bonifici, i prelievi e le ricariche spesso sono gratis.

Vediamo, in ogni caso, quali sono le operazioni che possono generare un costo o una commissione variabile.

Prelevamento di contanti al bancomat

Alcune società non fanno pagare questa commissione ma, in altri casi, la commissione può arrivare intorno ad un paio di euro.

Verifica, quindi, quali sono i costi se fai un prelievo

I prelevamenti al bancomat all’estero possono essere superiori rispetto a quelli in Italia ma, per questo aspetto, controlla bene la parte relativa al operatività estera sul foglio illustrativo della carta.

Pagamenti on-line

Per i pagamenti on-line non ci sono commissioni che addebitano le carte.

L’unico rischio dei pagamenti on-line è quello della sicurezza ma per limitare i rischi puoi leggere la nostra sezione dedicata alla sicurezza delle carte prepagate, dove trovi diversi articoli in merito.

Operazioni all’estero

Questo aspetto è molto importante perché, se ti trovi in Paesi con una valuta diversa da quella dell’euro, pagare con una parte con una carta prepagata comporta un tasso di cambio che che va dal 1% fino a superare il 2%. 

Chiaramente è una commissione di cui tenere conto ma, in ogni caso, resta un tasso di cambio ben inferiore alla commissione che ti verrebbe applicata se cambi il contante. 

Anche se prelevi al bancomat viene applicato questo tasso di cambio.

Ricevere accrediti

attivazione hype

Non è il caso delle carte più convenienti che abbiamo selezionato ma ci sono nelle società che addirittura fanno pagare delle commissioni per ogni accredito ricevuto.

Parliamo di commissioni che possono oscillare da qualche centesimo fino ad arrivare ad 1€ se ricevi un bonifico.

Tuttavia si tratta di un costo applicato davvero da pochissime carte.

Conclusioni

Le spese relative alle carte prepagate appartengono a due macro categorie: costi fissi e costi variabili.

Per capire bene quali sono tutti i costi di una carta, bisogna leggere i fogli informativi che ogni banca e finanziaria emittente di una prepagata deve mettere a disposizione dei clienti all’interno del proprio sito. 

In ogni caso, se vuoi evitarti questa noiosa ricerca ti consigliamo di andare sul nostro articolo sulle migliori carte prepagate perché abbiamo selezionato le più convenienti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui