Come Comprare Azioni Online: i Consigli per Investire in Borsa

Se sei arrivato qui è perché ti stai chiedendo come comprare azioni. Chi vorrebbe investire, ma non lo ha mai fatto, ha certamente tanti dubbi al riguardo: come investire nel mercato azionario e borsistico?

Anche se questi mercati sono storici ed esistono da anni, e nonostante siano disponibili anche per piccoli e medi investitori, sono anche poco conosciuti, a causa della loro complessità.

Non tutti hanno ben chiare le modalità operative o sanno mettere a fuoco i criteri per riconoscere una buona azione nel mucchio, e spesso, purtroppo, non tutti ne riconoscono i rischi.

In questo articolo troverai le risposte che cerchi, in modo da avventurarti in questo mondo in maniera consapevole: vedrai, infatti, come comprare e vendere azioni. Iniziamo!

Comprare azioni oggi, come fare?

Le azioni sono strumenti che trovi su mercati regolamentati. In Italia il punto di riferimento è nella borsa di Piazza Affari a Milano: ovviamente puoi comprarle online, comodamente da casa tua.

Infatti, grazie ad internet ogni processo di compravendita è stato agevolato e velocizzato, ma questo si traduce in un rischio molto grosso: anche se non ci capisci nulla, puoi comprare azioni, rischiando di commettere grossi errori e perdere tutto.

Ma è proprio per questo che siamo qui, per evitare ciò. Vediamo quindi quali strade puoi seguire per comprare le azioni.

Appoggiati alla tua banca

La prima modalità grazie a cui puoi acquistare azioni è quella più tradizionale e storica, ossia quella di appoggiarti alla tua banca, tramite l’apertura di un deposito titoli.

Si tratta di un’operazione davvero semplice, è sufficiente essere titolari di un conto online e chiedere alla banca di aprire il deposito.

È una strada vantaggiosa in special modo per gli investimenti sul lungo periodo, ma ha dei costi proibitivi e non convenienti.

I costi sono legati alle commissioni elevate legate alla gestione del tuo investimento, e se le vai ad applicare a cifre basse, purtroppo annullerai la convenienza della tua operazione.

Questa soluzione è invece più accettabile se investi acquistando fondi passivi come gli ETF e mettendo a punto portafogli di medio lungo termine, in modo da distribuire costi sul un lasso di tempo maggiore, ammortizzando la spesa.

Anche se, anche investendo grandi somme, ci sono dei limiti. Non puoi infatti mettere a punto operazioni che si avvicinino al puro trading online.

Vediamo ora la seconda strada.

Affidati ad un broker

Ne avrai certamente sentito parlare: i broker. Ad oggi puoi scegliere tra una moltitudine di agenzie di brokering che propongono account, anche con cifre di accesso ridotte grazie a cui puoi investire sul mercato azionario.

Le commissioni, se decidi di affidarti ad un broker, sono più basse rispetto a quelle proposte da una banca, tuttavia con questa opzione non sempre puoi comprare materialmente le azioni, come invece puoi fare affidandoti alle banche.

Spesso, infatti, avrai a disposizione dei CFD che replicano l’andamento del titolo. In linea di massima, acquistare azioni sulle piattaforme CFD per investire sul breve periodo è più vantaggioso, in quanto le spese, appunto, sono più basse a causa del mancato possesso del titolo ma richiedono maggiori competenze perché si tratta di operazioni non banali.

Su questo tema ti consiglio di consultare la risorse del noto portale Affarimiei.biz in cui questi passaggi sono spiegati meticolosamente e viene illustrato un metodo per beginners efficace e semplice da comprendere.

Ora che abbiamo visto queste strade che puoi percorrere, cerchiamo di approfondire in modo tecnico il tema.

Cosa significa comprare un’azione? Differenze con le obbligazioni

Senza mezzi termini: comprare azioni significa diventare soci dell’azienda, con tutte le conseguenze del caso in materia di diritti amministrativi e patrimoniali.

Infatti, quando hai acquistato l’azione, divento uno dei soci azionisti (ovviamente in modo proporzionale) e sarai assimilato ai proprietari di quote aziendali. Ciò non avviene se compri le obbligazioni, che fanno di te un normale investitore.

Se sei un azionista, il tuo investimento sarà collegato all’andamento dell’azienda. Invece, con le obbligazioni sei meno “coinvolto”: al momento della scadenza l’azienda ti restituisce il capitale prestato, con interessi, ovviamente a meno che non sia fallita. Purtroppo, quando investi devi sempre mettere da conto la possibilità di correre questo rischio. Più il rischio è basso e meno interessanti saranno gli interessi da te percepiti.

Se ti va di approfondire ulteriormente l’argomento, ti invito a leggere questa breve guida che abbiamo preparato sulla differenza tra azioni e obbligazioni.

Vademecum per chi compra azioni: quali vantaggi?

Prima di lanciarti in questa impresa, devi ricordare che:

• il valore dell’investimento è collegato al valore dell’azienda nel corso del tempo;
• se cala il volume d’affari, allora l’investimento sarà penalizzato;
• il capitale non è garantito! Potresti perdere parte dei soldi anche se l’azienda non dovesse fallire (cosa che non avviene con le obbligazioni).

Ma quindi, perché preferire il mercato azionario a quello obbligazionario, che sembra più sicuro? Ovviamente la risposta si trova nei vantaggi di cui possiamo godere investendo in azioni.

Quali sono questi vantaggi? Eccoli:

• investendo in modo ponderato, puoi ottenere guadagni decisamente più appetitosi rispetto a quelli promessi dalle obbligazioni;
• puoi percepire dividendi a scadenze regolari, ovviamente scegliendo un’azienda che li distribuisca;
• è possibile differenziare l’investimento, scegliendo anche capitali modesti;
• puoi gestire tutto da casa, anche per investimenti di lungo termine.

Detto ciò, vediamo come scegliere le azioni.

Come Scegliere le Aziende Migliori su Cui Investire?

Non è un’operazione semplice, e non esistono delle regole sempre valide, ma ci sono alcuni aspetti da considerare che possono guidarci. Il primo consiglio è che non ci sono azioni valide e buone per tutti.

Le aziende sono molto variegate, ognuna ha una sua storia, una mission, un andamento, profili di rischio differenti. Per questo, come anticipato, è davvero impossibile dirti che esiste l’azione giusta per te: bisogna studiare attentamente ciò che il mercato offre ed avere ben chiare le idee sui rischi che possiamo permetterci di correre e sul nostro profilo.

come-scegliere-le-azioni

Primo consiglio

Per prima cosa, focalizzati sul comparto a cui appartiene l’azienda. Ciò significa che devi scegliere il comparto commerciale in cui opera: bancario, tech, energetico, alimentare, tessile… Una volta individuato il comparto sarà più facile tenere d’occhio eventuali crisi di settore che potrebbero riguardarci.

Dunque, valuta la situazione economica del settore che ti interessa, prima di scegliere, evitando i quelli già traballanti!

Secondo consiglio

Metti a fuoco il profilo di rischio: ad esempio, valuta se stai adocchiando un’azienda appena quotata oppure più storica.

In linea di massima, le aziende attive da anni sono meno volatili, più solide, e quindi rispondono ad un profilo di rischio più basso. Non è una regola universale, ma è abbastanza valida per evitare di commettere errori gravi.

Ricorda comunque quanto detto poco fa: maggiore è l’interesse guadagnato e maggiore è il rischio, indipendentemente dalla solidità e dallo storico dell’azienda che hai scelto.

Terzo consiglio

Valuta la solidità dell’azienda al di fuori del mercato azionario. Studia la sua storia, l’andamento e i punti deboli e di forza.

Controllare questi aspetti è indispensabile per non correre rischi: siamo responsabili dei nostri errori, se ci buttiamo a capofitto senza nemmeno sapere in che acque versa la nostra azienda di rifermento.

Dunque esamina:
lo stato debitorio: tutte le società quotate sono tenute a rilasciare documenti precisi sullo stato di indebitamento rispetto al patrimonio;
il bilancio: anche un altro documento pubblico da visionare. Puoi anche metterti nelle mani di un esperto, se non sai leggere questi dati, ma cerca sempre di essere conscio di queste informazioni.

Conclusioni

In questa guida hai trovato alcuni consigli utili per sbrogliare la matassa e muoverti agevolmente nel mondo degli investimenti azionari. Cosa hai imparato? Che non esiste la formula universale!

In nessun sito potrai trovare una guida che contenga la bacchetta magica per acquistare le migliori azioni, se ci capiti sopra attento perché potrebbe essere una fregatura.

Solo lo studio, la pianificazione e la consapevolezza possono aiutarti a comprare azioni in modo oculato e redditizio, rischiando il meno possibile, o comunque, sulla base delle tue aspettative.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami
Torna su