Come guadagnare in borsa: consigli pratici

Per capire come guadagnare in borsa bisogna partire da un approccio scientifico e prendere in esame l’efficienza dei mercati finanziari.

L’efficienza dei mercati finanziari osserva la velocità con cui i prezzi degli strumenti finanziari subiscono variazioni in seguito al diffondersi di informazioni che le riguardano.

Cerchiamo di chiarire meglio questo importante concetto.

Prima di proseguire, ti segnalo la mia guida I 7 errori da non commettere quando vuoi investire in borsa

L’efficienza dei mercati finanziari

I mercati sono efficienti quando una notizia finanziaria riferita ad un titolo provoca un adeguamento del prezzo di quest’ultimo molto velocemente, senza dare la possibilità agli investitori di comprare o vendere quel titolo sulla base delle nuove informazioni.

In un caso del genere l’unico modo sarebbe anticipare le notizie ragionando da investitori ed individuare le società più interessanti.

Questo è ciò che potrebbe accadere nella teoria ma il mondo degli investimenti reale è ben lontano dall’efficienza finanziaria perché le notizie non fanno muovere i prezzi velocemente.

Le notizie, positive o negative, che incidono sul prezzo futuro di un titolo producono effetti con lentezza dando tempo agli investitori di entrare o uscire dal mercato.

La non efficienza dei mercati è positiva o negativa?

Il fatto che i mercati non siano efficienti rende le cose un po’ complicate perché entrano in gioco tantissimi altri fattori da valutare quando di investe.

 Ecco tutti gli elementi su cui devi mantenere il massimo controllo quando decidi di investire in borsa.

Quante persone guadagnano comprando e vendendo azioni

La percentuale delle persone che perde in borsa è inquietante.

Infatti più del 90% dei Trader, il primo anno, perde.

Chi guadagna nel primo periodo, per eccesso di sicurezza, prima o poi farà un’operazione che gli farà perdere tutto ciò che ha guadagnato.

Quindi è impossibile guadagnare in borsa? Non esattamente.

Complicato non equivale ad impossibile.

Leggi anche: “Come investire i tuoi soldi: 3 cose da sapere prima di fare un investimento

Perché si può guadagnare in borsa ma è molto difficile?

come guadagnare in borsa e fare soldi

Guadagnare in borsa è complicato perché richiede studio e conoscenze.

Vediamo brevemente quali sono i concetti che dovresti tenere sempre a mente quando decidi di investire in borsa.

Conoscenza delle tecniche di trading

Esistono due grandi aree di studio quando di parla di attività di compravendita dei titoli, ovvero l’analisi fondamentale e l’analisi tecnica.

L‘analisi fondamentale studia i bilanci delle società, la capacità imprenditoriale dell’impresa, le variabili macroeconomiche, il prodotto interno lordo e le aspettative sulla crescita economica.

Poi c’è l’analisi tecnica, più adatta per una strategia di trading e per attività speculative, che attraverso grafici ed indicatori cerca di prevedere l’andamento del prezzo di uno strumento finanziario.

Le 2 strategie possono essere combinate tra loro oppure può essere scelta un tipo di tecnica piuttosto che l’altra.

La scelta viene fatta prevalentemente in funzione dell’orizzonte temporale su cui si sceglie di fare compravendita di titoli.

Per fare un esempio, se vuoi fare trading (il cosiddetto scalping dove apri e chiudi le posizioni in giornata) non ti interessa l’analisi fondamentale ma devi usare solo l’analisi tecnica.

Invece per un trading basato su grafici giornalieri può essere interessante la combinazione di entrambe.

Per strategie di lungo periodo l’analisi tecnica viene sempre meno e prende importanza l’analisi fondamentale.

Come vedi già la sola scelta tra analisi tecnica e analisi fondamentale richiede una certa competenza.

Dietro l’analisi fondamentale e dietro l’analisi tecnica ci sono studi e studi effettuati e c’è davvero tanto da studiare.

Ad esempio, per quanto riguarda l’analisi tecnica ci sono centinaia e centinaia di indicatori e decine di pattern grafici che sono interessanti ma che funzionano solo combinati con altri indicatori.

Quindi ti lascio immaginare quante infinite combinazioni ci sono per individuare quella vincente per il tuo Trading.

Inoltre tieni presente che un tipo di strategia potrebbe funzionare benissimo su un mercato e male su un altro.

Anche Larry Williams, uno dei più grandi trader al mondo, aveva il suo mercato preferito che era quello dei titoli di Stato americani.

Ma perché anche grandissimi Trader poi alla fine riescono meglio su certi mercati e meno su altri?

Acquisisci esperienza

Perché alla fine quello che conta è l’esperienza.

Facendo test e studi un trader acquisisce una certa sensibilità su quel titolo o quell’azione, che viene dettata proprio dalle ore e ore che vengono passate a studiare e a tradare quel mercato.

Questo ti dimostra anche che non c’è solo la teoria ma come sempre è importante anche la pratica.

Gestione del money management 

Secondo tantissimi trader è più importante il money management rispetto allo studio dell’analisi tecnica.

In uno dei libri più famosi dell’analisi tecnica, scritto da Larry Williams, nel capitolo dedicato al Money management si parla della lezione più importante di tutto il libro. 

Il Money Management quindi non è una cosa che va tralasciata ma è un tassello che permette di tenere in piedi il castello del guadagnare in borsa.

L’importanza dell psicologia in borsa 

psicologia e finanza comportamentale in borsa

 Quanto credi che la psicologia sul trading sia importante da 1 a 10?

È davvero molto importante la psicologia se si vuole guadagnare in borsa perché quando si ha a che fare con la paura di perdere dei soldi, e anche tanti, scattano dei meccanismi che ti fanno prendere decisioni senza avere la lucidità giusta.

Per darti un’idea di quanto sia importante la mente umana sulle operazioni di borsa, pensa ai crolli dei mercati finanziari ed a quanto panico si genera a partire dalle notizie che senti in televisione. 

Ci sono infatti un sacco di persone che vendono titoli che stanno continuando a macinare utili solo per paura di perdere tutto. 

Non c’entra qui la psicologia?

Uno dei primi a dire che la psicologia interessa molto sui mercati finanziari si chiama David Kahneman, uno psicologo che per questi studi ha vinto il premio Nobel per l’economia. 

Quella della relazione tra psicologia e finanza si chiama finanza comportamentale e conta una marea di studi scientifici tra cui proprio gli errori che si possono fare con il trading e con l’acquisto delle azioni in generale. 

Conclusioni

Si può guadagnare in borsa ma con la consapevolezza si tratta di un’attività complessa, che richiede tanto studio di conoscenze tecniche, money management e psicologia.

Oltre il 90% di chi fa Trading, infatti, il primo anno della sua attività perde e la maggior parte smette di inseguire i soldi facili promessi dal trading perché appunto facili non sono.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami
Torna su