Prestiti senza busta paga per aprire un’attività: come ottenerli

Prestiti senza busta paga per aprire un’attività: come ottenerli
Ultima modifica Settembre 16, 2021

Richiedere un prestito senza busta paga per avviare un’attività non è così complicato.

Come ti spiegherò in questo articolo, infatti, se la tua idea imprenditoriale è davvero valida, potrai anche pensare di ricorrere ai numerosi strumenti messi a disposizione dalla finanza agevolata.

Ma andiamo per ordine e cerchiamo di capire come puoi ottenere un normale prestito bancario senza busta paga, per avviare la tua impresa.

L’importanza delle garanzie per ottenere un prestito senza busta paga ed avviare un’impresa

Chiunque voglia richiedere un finanziamento senza presentare una fonte di reddito fissa mensile, come una busta paga, dovrà necessariamente presentare delle garanzie .

Senza delle garanzie, personali o reali, se non hai un busta paga nessuna banca accetterà di prestarti del denaro.

Il motivo è semplice.

Non avendo un’entrata fissa come potrai dimostrare di essere in grado di restituire puntualmente le rate del prestito?

Proprio per questo motivo sono necessarie le garanzie.

Vediamo quali sono.

Le garanzie personali

Il tipo di garanzia più semplice a cui puoi ricorrere è quella personale.

Potrai quindi chiedere ad una persona di tua fiducia di farti da garante.

Ciò significa che, qualora tu non riesca a rimborsare una rata del prestito, la banca potrà rivolgersi al tuo garante.

Ovviamente, in sede di istruttoria, anche il merito di credito del garante dovrà essere sottoposto ad attenta analisi della finanziaria, che dovrà accertarti della sua solidità creditizia.

Le garanzie reali

Le garanzie reali sono il pegno e l’ipoteca ed accompagnano, rispettivamente, beni mobili ed immobili.

In questo caso sarà il valore dei beni a garantire per te agli occhi della finanziaria che, qualora tu non riesca a rimborsare il prestito, potrà pignorarli o ipotecarli e soddisfare il proprio credito.

Le altre forme di finanziamento per avviare un’attività senza busta paga: la finanza agevolata

prestiti senza busta paga per giovani imprenditori

Come ti ho preannunciato in apertura di quest’articolo, le opportunità offerte dal mondo della finanza agevolata sono tantissime.

Analizziamole ad una ad una.

Prestiti a fondo perduto

I prestiti a fondo perduto, per definizione, sono somme di denaro erogate senza obbligo di restituzione.

Esistono moltissimi bandi regionali, nazionali ed europei a cui è possibile accedere per ottenere questo genere di finanziamenti.

Tuttavia, ricorda, che buona parte dei bandi non prevedono l’erogazione di prestiti totalmente a fondo perduto.

Altre forme di agevolazione contemplano, ad esempio, tassi agevolati, speciali garanzie creditizie e attività di tutoring.

Per approfondire l’argomento, ti invito a leggere la guida che ho dedicato a come ottenere finanziamenti a fondo perduto.

Finanziamenti per imprese al femminile

Se sei una donna e vuoi avviare un’attività anche senza una busta paga, esistono tantissimi bandi dedicati all’imprenditoria femminile.

Fino al decennio scorso esiste ancora un enorme divario tra il numero di imprenditori di sesso maschile e femminile nel nostro Paese.

Tuttavia negli, ultimi anni, anche grazie ai tantissimi finanziamenti per l’imprenditoria femminile, le aziende in rosa sono nettamente aumentate in Italia.

Reperire capitali grazie al crowdfunding

Un’ulteriore possibilità a disposizione di chi vuole avviare un’attività e necessita di un prestito senza busta paga, è rappresentata dal crowdfunding.

Si tratta di un sistema di raccolta fondi dalla folla che viene messo in atto attraverso delle apposite piattaforme di crowdfunding dove potrai presentare la tua idea imprenditoriale.

Più persone si appassioneranno e decideranno di finanziare il tuo progetto, maggiori saranno i fondi che riuscirai a raccogliere.

Il prestito d’onore per avviare un’impresa

Il prestito d’onore è un finanziamento introdotto nel 1996 e nato proprio per promuovere l’autoimpiego, in particolare dei giovani di età non superiore ai 35 anni che hanno intenzione di avviare un’attività nel sud Italia.

Per saperne di più leggi la mia guida dedicata ai prestiti d’onore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.