Come guadagnano le banche con le carte prepagate?

Come guadagnano le banche con le carte prepagate?
Ultima modifica Ottobre 24, 2021

Se la maggior parte delle carte prepagate regala soldi come fanno le banche a guadagnarci?

Continua a leggere l’articolo, perché sto per spiegartelo.

INDICE
  1. Ecco come fanno le banche a guadagnarci con le carte prepagate
  2. Si fanno pubblicità ed attirano nuovi clienti
  3. Conclusioni
  4. Approfondimenti utili

Ecco come fanno le banche a guadagnarci con le carte prepagate

La spiegazione è semplice: in tutti i sistemi di pagamento, le banche e le società finanziarie guadagnano principalmente da chi vende bene o servizi.

Devi sapere che, ogni volta che utilizzi  il bancomat, la carta prepagata o la carta di credito per fare acquisti online o in un negozio fisico, non paghi nessuna commissione.

Al contrario, i soggetti dai cui acquisti pagano una commissione che va dallo 0,4%, fino ad arrivare ad oltre il 2,5% dell’importo del tuo acquisto.

Considerando l’enorme numero di acquisti che avvengono tutti i giorni con carta o bancomat,  il giro d’affari che c’è dietro è enorme.

Tieni conto poi che per via del Coronavirus e dei grandi cambiamenti che sono avvenuti sulle nostre abitudini quotidiane, nel 2020 la percentuale di spesa pagata con sistemi di pagamento elettronico è passata dal 57% al 68%, come rileva questo articolo del Sole 24 ore. Quindi i profitti delle prepagate sono nettamente aumentati.

Pensa che, in media, un negoziante deve pagare una commissione del 1,4% su ogni transazione di denaro incassato con le carte.

Queste percentuali non vanno però tutte alla banca che ha emesso la carta:

La società che emette la carta di credito si appoggia a dei circuiti. I principali sono Visa e Mastercard, accettati in tutto il mondo.

Ad ogni transazione:

  1. l’esercente pagherà una commissione a Visa, Cartasi ecc…
  2. Poi Visa o mastercard gireranno una percentuale alla società che ha emesso la carta di Credito.

Quindi chi offre una carta con bonus ed anche a zero spese non sta facendo il benefattore ma semplicemente ha rinunciato ad una fetta di commissioni perché il grosso degli introiti lo riceve dagli esercenti.

Si fanno pubblicità ed attirano nuovi clienti

Regalando dei bonus ai nuovi clienti, poi, le società che emettono le carte risparmiano anche sulla pubblicità perché attirano l’attenzione di tante persone.

Del resto a chi non piace ricevere un regalo? Regalando bonus, infatti, evitano di spendere quel denaro in investimento pubblicitario.

Conclusioni

Ora sai come fanno a guadagnare le banche o, in generale, le società che emettono carte prepagate gratuite con IBAN.

Tutti i servizi sono effettivamente gratuiti per te, perché il loro guadagno risiede quasi esclusivamente sulle commissioni versate dagli esercenti tramite pos, ovvero i negozi da cui effettui i tuoi acquisti.

Approfondimenti utili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.