Come investire 100.000 euro: strumenti, rischi e strategie

Come investire 100.000 euro: strumenti, rischi e strategie
Ultima modifica Marzo 13, 2022

Soldi chiamano soldi, come si suol dire nel gergo di chi ha un tesoretto e vuole investirlo in vari modi, per poter guadagnare qualcosa. Nello specifico, se vuoi investire 100.000 euro hai bisogno di alcuni consigli su come fare fruttare i soldi, minimizzando i rischi e massimizzando i profitti dell’investimento.

Sebbene a parole sembri facile, la cifra da investire è considerevole e per questo motivo deve essere ponderata bene ogni scelta prima di essere messa in pratica, in modo da eliminare sostanzialmente l’incertezza di spesa in azioni: diversificazione dell’investimento è la parola chiave che ti deve guidare nella spesa dei tuoi 100.000 euro, duramente accumulati nel corso del tempo con duro lavoro e altri sacrifici non indifferenti.

INDICE
  1. Come creare un il tuo profilo da investitore
  2. Perché è importante diversificare e come farlo
  3. Investimenti in azioni
  4. Investimenti con Moneyfarm
  5. Investimenti in crowdfunding immobiliare
  6. Piani di accumulo capitale
  7. Altri consigli da tenere a mente

Come creare un il tuo profilo da investitore

Partire dalle basi è un consiglio valido per tutti, ma assume un rilievo ancora più importante nel campo degli investimenti.

Quando le persone si approcciano a questo mondo, spesso si domandano dove è dove investire meglio i 100.000 euro risparmiati: il dubbio lecito è senza dubbio importante, ma non il punto da cui iniziare.

Innanzitutto è bene chiedesi perché si sta investendo.

Definito questo obiettivo allora si passa a individuare la finestra di tempo in cui si vuole che i propri 100.000 investiti nel mercato finanziario diano i suoi frutti: regola generale del settore è che ambienti a basso rischio fruttano poco sul breve periodo, al netto di un guadagno sostanzialmente minore ma con la quasi certezza di avere un rientro.

Investimenti ad alto rischio sono remunerativi in maniera sostanziale fin da subito, tuttavia espongono al rischio di perdere facilmente la propria base di partenza e restare con il conto bancario scoperto.

Perché è importante diversificare e come farlo

Come in ogni settore, diversificare è il sale della vita e questo vale soprattutto nel mercato dell’investimento finanziario: con la diversificazione dei tuoi 100.000 euro investiti ottieni diversi vantaggi non conseguibili il altri modi.

Generalmente, infatti, dividere i propri sforzi permette di avere la certezza di guadagnare anche se qualche altra puntata è andata in perdita o non ha generato un profitto considerevole per via di mutamenti de mercato, situazione geopolitica ed economica mutata o per altri fattori indipendenti dalla tua scelta.

Un portafoglio economico diversificato è tale quando il novero di prodotti all’interno del paniere non ha caratteristiche analoghe l’uno con l’altro, ma è fortemente eterogeneo: matematicamente si definiscono investimenti eterogenei quelli con bassa correlazione.

L’unica cosa che devi capire è semplicemente il livello di diversificazione a cui devi tendere per ottenere risultati.

Di seguito alcune idee per investire 100.000 diversificando la spesa.

Investimenti in azioni

Il mercato che più muove gli investimenti economici di 100.000 euro è sicuramente quello delle azioni.

L’acquisto di azioni ti permette di diventare proprietario dei titoli di quell’azienda, ricevendo a fine anno una parte dei guadagni sotto forma di dividendo, in base alla quota di azioni sottoscritte, oltre ovviamente all’eventuale sovraprezzo del valore che avviene sulla base delle aspettative.

A differenza delle obbligazioni, che possono avere una cedola fissa, le azioni possono anche essere superiori alle aspettative ed è questo sostanzialmente il motivo per cui è bene diversificare il portafoglio di investimento dei tuoi 100.000.

 

 

Investimenti con Moneyfarm

Se invece vuoi essere guidato nella spesa dei tuoi 100.000 con una garanzia superiore, avendo cura di affidarti a professionisti che mastichino questa materia da qualche anno, ci sono diversi consulenti finanziari che fanno servizi online come MoneyFarm.

Una volta registrato su MoneyFarm e depositato i 100.000 euro da investire nel mercato, un consulente specifico anche automatizzato valuterà e ti consiglierà le mosse giuste tenendo conto dei parametri del settore quale la predisposizione al rischio e le tue competenze.

Considera infatti che è possibile anche creare un piano di investimento periodico che differenzi le tue quote d’investimento in base anche alle entrate mensili che ottieni dal tuo lavoro, seguendo in tempo reale gli investimenti e le puntate piazzate.

A migliorare tutta la procedura ci sono anche gli alti rendimenti della piattaforma che, seppur influenzati dal mercato, sono comunque molto alti vista la presenza di consulenti specifici a tuo supporto.

Infine considera che come consulenza finanziaria online, MoneyFarm online ha dei costi di commissione che però non sono fissi, ma dipendono dal capitale messo a disposizione degli investitori: nel corso del tempo questi possono diventare irrisori, specie con un investimento di 100.000 euro, con tariffe che possono scendere addirittura solo lo 0.80% per singolo investimento.

Investimenti in crowdfunding immobiliare

Il mattone è stato per anni il motore trainante dell’economia italiana e anche oggi rimane un asset strategico importante per chi vuole investire in tale settore, al netto di fare il conto con alcune problematiche o possibili intoppi.

Investire in crowfunding immobiliare significa mettere del denaro per consentire a determinati soggetti di mettere in piedi delle costruzioni che genereranno poi una rendita periodica per ripagare la spesa variabile a seconda dell’importo investito.

Questo crowfunding può essere di due tipi: il lending si ottiene quando il prestito di denaro è nei confronti del privato, che ottiene denaro, e poi lo restituisce sotto forma di cedole mensile in un periodo di tempo prestabilito, essendo simile ad un vero e proprio mercato obbligazionario.

Il tipo equity, invece, prevede di finanziare una società o impresa che esegue i lavori e il meccanismo è simile a quello del mercato azionario: si riceveranno degli introiti si ottengono dei dividendi, con il rischio di perdere tutto nel caso in cui il progetto abbia però degli intoppi di qualsiasi natura.

Piani di accumulo capitale

Il settore più sicuro, anche se a basso rendimento, è quello dei PAC, ovvero i piani di accumulo Capitale.

Investire 100.000 euro in questo meccanismo è molto sicuro anche se lento a generare profitti, ma può essere sfruttato da tutti coloro che non abbiano nessuna fretta: in pratica consiste nel deposito periodico di una somma prestabilita, ottenendo un rendimento sotto forma d’interesse che varia dal tipo di prestatore del servizio.

Il rischio si riduce ma non in proporzione il guadagno.

Altri consigli da tenere a mente

Prima di investire 100.000 euro in un mercato qualsiasi seguendo queste indicazioni, comunque, tieni di conto vari fattori che possono tornarti utili.

Innanzitutto, prenditi tutto il tempo che ti serve per valutare la tua predisposizione al rischio, senza correre.

Vivere solo tramite gli investimenti è possibile, ma all’inizio serve comunque calma e ponderazione, oltre che introiti fissi da altre parti.

Inoltre, tieni sempre a mente che investire 100.000 euro non significa per forza guadagnare qualcosa: c’è possibilità anche di generare delle perdite e per questo motivo bisogna non scommettere più del denaro che si ha a disposizione, facendo anche conto di non scoraggiarsi se le cose, specie nei primi periodi, non vadano per il verso giusto: gli investimenti sono una giostra e solo chi siede fino alla fine può dire di gustarseli davvero a pieno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.