Obbligazioni perpetual: definizione e funzionamento

Obbligazioni perpetual: definizione e funzionamento
Ultima modifica Novembre 16, 2021

Per obbligazione perpetual si intende un’obbligazione che non ha scadenza

Mentre, infatti, una classica obbligazione rimborsa il capitale ad una certa scadenza, le obbligazioni perpetual invece non ha alcuna scadenza quindi, per assurdo, potrebbe durare all’infinito. 

Tuttavia chi hai emesso l’obbligazione può rimborsare il capitale attraverso un’opzione che si chiama facoltà di call.

Potremmo definirle come un vero proprio prestito perpetuo, senza una scadenza che non prevede alcun rimborso ma che assicura agli investitori il pagamento di un tasso di interesse.

INDICE
  1. Perché l’emittente dell’obbligazione perpetual ha interesse a rimborsare anticipatamente un’obbligazione?
  2. Rischi delle obbligazioni perpetual
  3. Conviene investire nelle obbligazioni perpetual?

Perché l’emittente dell’obbligazione perpetual ha interesse a rimborsare anticipatamente un’obbligazione?

rimborso anticipato obbligazione subordinata

Le obbligazioni perpetual, essendo ovviamente più rischiose, hanno un tasso di interesse più alto e sono indicate solo per gli investitori istituzionali.

Quindi chi emette un’obbligazione perpetual potrebbe emettere una nuova obbligazione con tasso più basso per andare a chiudere la vecchia e quindi pagare un tasso inferiore.

Le obbligazioni perpetual  quindi nella differenza tra azioni e obbligazioni si avvicinano un po’ più alle azioni perché non essendoci un rimborso prefissato il movimento dei titoli sarà molto più movimentato rispetto ad una normale obbligazione che ha una scadenza.

In ogni caso se sulla carta sono obbligazioni perpetue, l’emittente potrebbe sempre decidere di rimborsarle.

Rischi delle obbligazioni perpetual

Si tratta di obbligazioni ad alto rischio e in molti casi sono accessibili solo agli investitori istituzionali come nel caso delle obbligazioni subordinate tier 1.

Infatti non essendoci un rimborso a scadenza per vendere l’obbligazione, devi cercare altri compratori, quindi venderla sul mercato.

Altro rischio delle obbligazioni perpetual e che l’emittente, può in determinate condizioni, sospendere il pagamento della cedola anche se non c’è un insolvenza.

E poi se invece avviene l’insolvenza, essendo un’obbligazione subordinato, il rimborso avviene in coda rispetto agli altri creditori.

Quindi prima vengono pagati tutti gli obbligazionisti, poi gli obbligazionisti perpetual ed infine gli azionisti.

Conviene investire nelle obbligazioni perpetual?

investire sulle obbligazioni subordinate

Sarebbe piuttosto complesso per un investitore acquistare obbligazioni perpetual perché già con una normale obbligazione ci si ritrova in una giungla fatta di clausole, bilanci, volatilità, figuriamoci leggere le varie clausole di un obbligazione perpetual che contiene all’interno anche dei derivati.

Di solito acquistano questo genere di titoli obbligazionari i cosiddetti investitori cassettisti ovvero quelli che cercano investimento a lungo termine e prodotti finanziari illiquidi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.