Conto corrente con delega: cos’è e come funziona

Conto corrente con delega: cos’è e come funziona
Ultima modifica Settembre 16, 2021

Perché è utile aprire un conto corrente con delega? Qual è la differenza rispetto al conto corrente cointestato e cosa può fare una persona delegata sul conto corrente?

Nei prossimi paragrafi, risponderemo in maniera chiara e semplice a queste ed a tantissime altre domande sulla delega bancaria ma è utile capire fin da subito che un conto corrente con delega è una procura perché permette ad un altro soggetto, diverso dall’intestatario del conto, di agire in rappresentanza di quest’ultimo.

La delega sul conto corrente rappresenta un’ottima alternativa per chi vuole evitare di cointestare il conto. Infatti con la delega sarai tu ad avere la piena proprietà del conto corrente e in qualsiasi momento potrai decidere di revocarla.

Risulta particolarmente utile quando l’intestatario non può compiere, in tutto o in parte, le operazioni bancarie e quindi le affida ad un’altra persone di sua fiducia. Il delegato potrà compiere solo le operazioni contemplate dal contratto.

La delega sul conto va inserita contestualmente all’apertura del rapporto?

Non c’è bisogno di fare una delega contestuale all’apertura del conto corrente perché potrai infatti inserirla in qualsiasi momento. Per farlo basta recarsi in banca assieme al delegato che dovrà presentare i suoi documenti d’identità e firmare il contratto di delegare che contiene tutte le operazioni che può compiere sul conto e le eventuali limitazioni.

Se il conto è cointestato servirà il consenso di tutti gli intestatari per poter autorizzare la delega ed è anche possibile delegare più persone.

Cosa può fare un delegato sul conto corrente?

Il delegato può compiere tutte le operazioni per nome e per conto del titolare del conto corrente. 

Questo significa che ha la facoltà di versare assegni intestati al titolare del conto ma può anche prelevare contanti, versare contanti e fare bonifici. Ovviamente non ha il diritto di chiudere il conto.

Quindi la delega è un atto di massima fiducia che il titolare del conto esercita nei confronti del delegato.

È possibile limitare la delega

Il titolare del conto corrente può in qualsiasi momento, sia in fase di inserimento che successivamente, limitare la delega sul conto ad alcune operazioni escludendone altre.

Queste limitazioni possono riguardare sia gli importi che la tipologia di operazione.

Il conto corrente con delega con limitazioni di importo, ad esempio, è ideale per chi ha paura che il delegato prosciughi il conto con somme ingenti.

Tuttavia il limite di delega non ha un vincolo temporale.

Mettiamo il caso tu voglia limitare il delegato, impedendogli di prelevare più di 1000€ al mese, quest’ultimo può aggirare il limite compiendo più operazioni ed arrivando a prelevare bel oltre i 1000€.

La delega bancaria può essere anche effettuate per tipologia di attività, che in genere vengono suddivise tra operazioni in addebito e operazioni in accredito.

Ma alcune banche potrebbero inserire addirittura la delega per operazione, ad esempio, delega a fare solo i bonifici o delega ad esclusione di operazioni in contante.

Questo tipo di delega è interessante in particolar modo per il titolare di un esercizio commerciale che vuole delegare dei propri dipendenti a versare gli incassi dell’attività sul conto corrente.

Il delegato può farsi accreditare dei bonifici su conto a proprio nome?

Il delegato non può operare per proprio conto quindi non può versare assegni o bonifici a suo nome.

Secondo quanto prevede la normativa antiriciclaggio, se una banca riceve un bonifico intestato al delegato, e non al titolare del conto, deve rifiutarlo.

Questa regola serve per evitare che la delega venga sfruttata come metodo per mascherare accrediti di denaro, versandoli su conti intestati ad altre persone.

Se il conto corrente con delega viene prosciugato chi è il responsabile?

Se inserisci una delega bancaria, conferendo pieni  poteri al delegato, e questi dovesse prosciugare il conto cosa potresti fare?

Assolutamente nulla perché hai autorizzato il delegato a compiere tutte le operazioni.

Se invece hai inserito una delega limitata, ad esempio, solo alle operazioni di accredito ed il delegato compie dei prelievi, il quel caso la responsabilità è della banca.

Tuttavia, quest’ultimo, è davvero un caso improbabile perché le banche dispongono di sistemi automatizzati che impediscono il verificarsi di situazioni del genere. Se non nutri massima fiducia nei confronti del delegato il consiglio è di porre dei limiti alla delega sul conto.

Potrebbe interessarti anche: “Conto corrente bloccato

Quali dati contiene una delega bancaria

All’interno della delega bancaria dovranno essere indicati una serie di informazioni come:

  • i dati anagrafici del delegante e del delegato;
  • l’indicazione analitica di tutte le operazioni che il delegato è autorizzato a compiere sul conto;
  • l’eventuale scadenza temporale della delega.

Quali sono i migliori conti correnti online?

Se vuoi conoscere i migliori conti correnti che puoi attivare online, ti invito a consultare le nostre guide dedicate ai migliori conti correnti aziendali, alle tipologie di conti ed ai conti correnti gratuiti online.

6 risposte a “Conto corrente con delega: cos’è e come funziona”

  1. Saverio Migliazza ha detto:

    Mia zia che aveva la delega sul conto di mio padre si e fatta 2 bonifici a suo favore da 20 mila euro ,io che sono l’erede come posso fare a riavere la somma?

  2. Giampiero Mangione ha detto:

    Buongiorno, può un delegato di conto corrente trasferire la totalità della somma su un suo conto corrente ? Grazie

  3. Giampiero Mangione ha detto:

    Buongiorno, può il delegato trasferire la totalità dei soldi sul proprio conto ? Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.