Fondo di garanzia: cos’è e come funziona

Fondo di garanzia: cos’è e come funziona
Ultima modifica Febbraio 18, 2020

Il Fondo di Garanzia è uno strumento preziosissimo che facilita l’accesso al credito delle pmi italiane.

Dalla sua nascita ad oggi ha permesso l’erogazione di oltre 152 miliardi di euro in finanziamenti alle imprese, di cui 97 miliardi sotto forma di garanzie, per un totale di 160.000 start up che ne hanno usufruito.

A cosa serve il Fondo di Garanzia

Il Fondo di Garanzia è nato in concomitanza con l’introduzione del piano Industria 4.0, in favore delle start up innovative iscritte all’apposito Registro Speciale.

L’agevolazione consiste in una garanzia che copre fino all’80% del finanziamento richiesto dalla start up.

Parliamo di una garanzia statale ed europea, gestita dal Medio Credito Centrale, che permette a qualsiasi start up di accedere ad un finanziamento senza grandi problemi.

Per il restante 20% dovrà essere l’imprenditore a presentare le dovute garanzie creditizie.

Per quali tipi di prestiti è attivabile

Il Fondo di Garanzia può essere richiesto in presenza di finanziamenti concessi da parte di banche o società di leasing in favore di imprese e professionisti.

L’unica sua funziona riguarda la copertura fino all’80% del prestito sotto forma di garanzia pubblica.

Ciò significa che l’agevolazione non entra minimamente nel merito del contratto di finanziamento e non incide su tasso, piano di rimborso ecc…

Chi può accedere al Fondo di Garanzia

Possono accedere al Fondo di Garanzia del Micro Credito Centrale tutte le start up, le micro imprese, le pmi oppure i professionisti iscritti nell’apposita Sezione Speciale del Registro delle Imprese.

Dunque non esistono limitazioni in termini territoriali o di età dell’imprenditore che presenta la domanda.

In termini di attività finanziabili, le aziende che erogano servizi finanziari purtroppo non possono accedere a questa agevolazione.

Le aziende già esistenti devono essere solide finanziariamente, sulla base dell’analisi degli ultimi due bilanci d’esercizio.

Per le start up la solidità finanziaria viene presunta sulla base di previsioni ed analisi legale al business plan.

Come si presenta la domanda di accesso al Fondo

Non è possibile inoltrare direttamente la domanda al Fondo di Garanzia del Micro Credito Centrale.

L’imprenditore dovrà, infatti, per prima cosa richiedere un finanziamento e solo in quel momento potrà chiedere direttamente alla banca di poter usufruire della garanzia del Fondo.

Ad occuparsi di inoltrare la domanda al Micro credito Centrale sarà proprio l’istituto di credito.

In alternativa è anche possibile richiedere di inviare la domanda ad un Confidi convenzionato.

In tal caso sarà il Confidi a fornirti la garanzia, in un primo momento, mentre il Fondo ti concederà una contro garanzia.

La soluzione migliore, però è la prima, ovvero chiedere alla banca di inviare la domanda al Fondo di Garanzia.

Questo perché tutte le banche sono abilitate a farlo, al contrario dei Confidi.

Solo alcuni, infatti, sono convenzionati.

Tuttavia, le aziende agricole possono esclusivamente usufruire della contro garanzia del Fondo e devono quindi per forza rivolgersi ad un Confidi.

Entro quanto tempo è possibile ottenere la garanzia del Fondo

I tempi di approvazione delle domande sono molto brevi e, di solito, non superano i 30 giorni.

Ad ogni modo ciascuna azienda viene avvisata via mail circa l’esito della domanda.

Le Sezioni speciali del Fondi di Garanzia del Micro credito Centrale

Il Fondi di Garanzia è suddiviso in diverse sezioni speciali, ognuna dedicata ad uno specifico tipo di attività o area territoriali.

Vediamo quali sono.

Imprese femminili

La sezione imprese femminili è esclusivamente dedicata alle aziende individuali gestite da una donna o da società a prevalente gestione femminile.

Si tratta di uno strumento prezioso per favorire l’imprenditoria femminile e facilitare l’accesso al credito delle aziende gestite da donne.

Microcredito

La sezione dedicata al Microcredito mira a favorire la nascita e lo sviluppo della microimprenditorialità.

Le agevolazioni possono essere utilizzate per l’acquisto di bene e servizi, il pagamento dei dipendenti e per costi legati alla formazione.

Si tratta di piccoli prestiti che non possono superare i 25.000€, rimborsabili in in massimo 7 anni.

Quante domande ha accettato il Fondo di Garanzia nel 2019

Nel 2019 il Fondo ha accettato 124.954 domande erogando oltre 19 milioni di euro in finanziamenti e garantendo più di 13 milioni di euro.

Da chi è gestito il Fondo?

Il Fondo è gestito da Medio Credito Centrale ed Invitalia, in collaborazione con un pool di 4 banche:

  • Artigiancassa;
  • MPS;
  • Intesa San Paolo;
  • DEPO Bank.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.