Come investire 1000 euro

Come investire 1000 euro
Ultima modifica Ottobre 2, 2022

Se hai a disposizione una cifra pari a 1.000 euro da investire, o vuoi iniziare a prendere confidenza con il mondo degli investimenti partendo da una somma discreta, ma non eccessiva, devi sapere che le soluzioni a tua disposizione nel 2022 sono numerose, ovvero:

  • Azioni singole;
  • Etf (Exchange-Traded Fund);
  • Crowdfunding immobiliare;
  • Oro;
  • Investimenti alternativi;
  • Formazione;

Anche quando si tratta di piccoli investimenti, è sempre importante non sottovalutare l’importanza della formazione, così da investire i tuoi 1.000 euro in modo sicuro e consapevole, per trarre il meglio dalle tue operazioni finanziarie.

Di seguito ti mostrerò i principali strumenti nei quali impiegare la somma a tua disposizione, se pari a 1.000 euro.

Ma ricorda che molto difficilmente raddoppierai il tuo capitale nel giro di pochi anni salvo che tu possa diventare una tra le poche persone cintura nera del trading.

INDICE
  1. Azioni singole
  2. ETF
  3. Crowdfunding immobiliare
  4. Investire in oro
  5. Investimenti alternativi
  6. Formazione

Azioni singole

Con una somma di 1.000 euro, puoi cominciare a investire in Borsa, comprando azioni (o frazioni di esse) e risparmiando sulle commissioni con l’aiuto delle piattaforme online.

Accedere al mercato azionario online oggi è più semplice rispetto a qualche anno fa, infatti piattaforme come Degiro, E-toro e Trade Republic, ti offrono servizi volti a semplificare l’accesso ai mercati finanziari, grazie a un utilizzo intuitivo della piattaforma, alla riduzione delle commissioni e alla possibilità di acquistare azioni partendo da una base economica molto bassa, come può essere una cifra di 50 euro.

Ricorda che facilità di accesso, non significa tuttavia facilità di guadagno: quello in azioni resta in ogni caso un investimento a rischio alto, quindi prima di cominciare valuta attentamente la tua propensione al rischio.

Eccoti alcune informazioni utili sulle principali piattaforme citate:

1) EToro è la piattaforma perfetta per chi muove i primi passi nel mondo del trading online, infatti offre a chi si iscrive, diversi strumenti per imparare l’arte del trading senza correre troppi rischi; eToro è stato il primo sito a permettere il copytrading ai suoi utenti, ovvero la possibilità di copiare il comportamento di altri trader più esperti.

Inoltre ti mette a disposizione un conto demo, grazie al quale potrai imparare a investire senza rischiare il tuo denaro. Su eToro si possono comprare anche criptovalute.

2) Degiro offre una discreta possibilità di scelta nei prodotti negoziabili (come ad esempio gli ETF) a costi molto bassi, motivo per cui è attraente per un ampio numero di utenti, che vogliono accedere ai emrcati finanziari di tutto il mondo.

Facile da usare e quindi adatta anche per i principianti ed è molto economica. L’unico difetto è che non funziona come sostituto d’imposta e a differenza delle altre società finanziarie, con Degiro devi dichiarare i guadagni nella dichiarazione dei redditi.

3) Trade Republic: è una piattaforma che ti permette di acquistare etf con due vantaggi: tra i prezzi più bassi sul mercato e la possibilità di creare dei piani di accumulo capitale in ETF.

Probabilmente non avrai sentito questa piattaforma in quanto nuova sul mercato italiano ma ampiamente diffusa nel resto d’Europa. Trade Republic è assolutamente una piattaforma da valutare.

ETF

etf

Gli ETF sono fondi d’investimento a gestione passiva, che si possono acquistare o vendere in Borsa come le azioni.

Gli investimenti in ETF non sono privi di rischi, ma la diversificazione delle azioni acquistate e i bassi costi delle operazioni rendono questo strumento interessante, soprattutto per chi desidera investire una somma che si aggira intorno ai 1.000 euro ed è disposto a operare nel lungo periodo.

Per approfondire su questo articoli i meccanismi ed il funzionamento degli etf.

Crowdfunding immobiliare

Un altro settore in cui investire i tuoi 1.000 euro può essere quello immobiliare, approfittando dei molti servizi di crowdfunding offerti dalle piattaforme online come Trusters, Relender e Recrowd, di cui ti parlerò tra poco nello specifico.

Considera che il crowdfunding immobiliare ti consente di unirti a altri risparmiatori nel finanziamento di progetti immobiliari (ad esempio costruzioni o ristrutturazioni) e quindi di poter intervenire anche con una piccola somma come 1.000 euro.

Per approfondire puoi vedere il nostro articolo sulle migliori piattaforme per investire in immobili tramite il crowdfunding ma ricorda che è un investimento che comporta diversi rischi su cui abbiamo redatto un articolo apposito.

Investire in oro

 

Investire in oro è una buona idea, soprattutto in tempi di crisi (economica, sociale, ecc) ma tieni conto che:

  • I dati mostrano che non è vero che l’oro sale sempre nel tempo e le sue oscillazioni di prezzo sono molto alte;
  • L’oro deve avere una piccola percentuale investita. Sui 1.000 euro quindi non più di una sterlina in oro.

Investimenti alternativi

Se hai qualche passione, ricorda che la potresti sfruttare come investimento come nel caso dei vini, investire in monete da collezione, quadri, vini ecc…

Abbiamo redatto un articolo apposito sugli investimenti alternativi.

Ricorda però che questo tipo d’investimenti richiede una certa conoscenza nel settore ma gli investimenti se applicati bene possono dare notevoli risultati nonostante gli elevati costi per acquistare e vendere gli oggetti.

Formazione

Conoscere i meccanismi che regolano l’andamento dei mercati e approfondire i concetti basilari di finanza, è il modo migliore per elaborare strategie vincenti nel settore degli investimenti.

La formazione, quindi, in questo caso non è un optional, ma un passo necessario da compiere prima d’iniziare a investire.

Oggi accedere ai mercati finanziari è facile, grazie agli strumenti digitali che agevolano l’incontro tra domanda e offerta, ma online puoi trovare anche tutto ciò che ti serve per aumentare le tue competenze nel settore finanziario e gestire i tuoi fondi, dedicando un attento studio a questo argomento: puoi approfittare di libri, corsi, video e siti che ti spiegano come fare, a partire dal tuo livello attuale di conoscenze.

Come fare?

Con questa guida, hai intrapreso i primi passi del percorso e ora non ti resta che approfondire sempre di più ogni argomento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.