Carta conto: cos’è e come funziona

Carta conto: cos’è e come funziona
Ultima modifica Settembre 19, 2021

Hai mai sentito parlare delle carte conto?

Si tratta di una carta di debito (ciò vale a dire che non consente di spendere più di quanto sia stato effettivamente ricaricato sulla stessa carta) in grado di unire la praticità delle carte prepagate alla funzionalità delle operazioni bancarie.

Questi sono i motivi principali per i quali viene, da sempre, considerata una valida alternativa al classico conto corrente, adatta soprattutto a chi non ha particolari esigenze come i minorenni, ad esempio.

Com’è possibile tutto ciò?

Naturalmente grazie al codice IBAN (di cui le carte conto, a differenza di tutte le altre carte, sono dotate) che consente di svolgere operazioni che le normali carte invece non permettono, come ricevere ed effettuare bonifici, pagare online e offline, domiciliare le utenze domestiche, prelevare denaro contante dagli sportelli ATM abilitati e, in alcuni casi anche, pagare il pedaggio autostradale.

In tal senso parlare di carte conto e di carte prepagate con iban è la stessa cosa.

Vediamo adesso i vantaggi e gli svantaggi delle carte conto, le differenze rispetto al classico conto corrente e quali sono attualmente le migliori carte conto presenti sul mercato.

I vantaggi delle carte conto

La prima domanda che viene da porsi è: perché molti preferiscono la carta conto al classico conto corrente? 

Ovviamente occorre specificare che la carta conto offre solo i servizi base di un classico conto corrente ma a fronte di ciò, chi non ha particolari esigenze, può usufruire di tutta una serie di vantaggi, che andremo di seguito ad elencare.

Costi bassi

I costi di una carta conto sono decisamente più bassi di quelli di un classico conto corrente bancario.

Il canone delle carte conto si attesta intorno a pochi euro l’anno e anche i prelievi e i pagamenti tramite Pos o online sono generalmente gratuiti.

Insomma, le carte conto offrono un profilo costi decisamente più basso rispetto ai conti correnti sia in termini di operazioni e prelievi che di canone annuale.

Praticità

Oggi, ciò che maggiormente chiedono gli utenti anche in materia finanziaria è una certa semplicità di gestione.

Sono in tantissimi a non voler essere più costretti a doversi recare in banca per un estratto conto o per conoscere la propria disponibilità liquida.

La carta conto: 

  • è semplice da utilizzare; 
  • può essere gestita completamente online;
  • mette a disposizione delle App innovative capaci di offrire dei servizi extra e che permettono a ciascuno di monitorare, i propri risparmi, anche in mobilità.

Massima operatività online

Queste innovative carte sono studiate apposta per consentire ai titolari di poter operare direttamente online, limitando così considerevolmente i costi.

Inoltre sono carte perfette per fare acquisti online.

Gli svantaggi delle carte conto

Non è tutto oro ciò che luccica e anche le carte conto presentano degli svantaggi che vanno presi in considerazione per decidere se acquistarne una oppure aprire il classico conto corrente.

Nessuna carta di credito

La carta conto, anche se funge da conto corrente, è pur sempre una carta.

Di conseguenza, il titolare non può chiedere anche il rilascio di una carta di credito (cosa che invece viene concessa a chi è titolare di un conto corrente). 

Niente assegni

Il carnet degli assegni viene rilasciato solo ai titolari di un conto corrente.

Chi possiede una carta conto non può disporre di questo mezzo di pagamento.

Poche possibilità di ottenere prestiti o fidi

Chi richiede una carta conto difficilmente riuscirà ad ottenere un prestito anche se nell’ultimo periodo è riconosciuta anche questa eventualità, basta pensare ad esempio alla Postepay Evolution.

Inoltre anche carta Hype ha da poco introdotto la possibilità di richiedere un piccolo prestito, che assomiglia più ad una linea di credito e che prende il nome di Hype credit Boost.

Occorre specificare che si parla comunque di micro-prestiti, ossia finanziamenti che hanno ad oggetto piccole somme di denaro che vanno da 1.000 a 3.000 euro.

Niente bonifici in area extra-SEPA

Coloro che hanno la necessità di effettuare bonifici e pagamenti al di fuori dell’area SEPA devono optare per il classico conto corrente, dato che le carte conto attualmente non offrono tale possibilità.

Carte conto e conto corrente: cosa è possibile fare con entrambe e quali sono invece le differenze

Entrambi offrono l’opportunità di ricevere ed effettuare bonifici, domiciliare le utenze, pagare le bollette, accreditare lo stipendio o la pensione, ricaricare il credito del cellulare, prelevare dagli ATM abilitati e pagare nei negozi fisici senza alcuna commissione.

Con la carta conto, a differenza del conto corrente per il quale è necessario attivare una carta di credito, è possibile eseguire acquisti online grazie al fatto che quasi tutte le prepagate dotate di IBAN appartengono ai circuiti Visa e MasterCard (circuiti appositamente predisposti ai pagamenti online).

Se invece si vogliono eseguire alcune delle operazioni che andremo tra poco ad elencare, allora diventa obbligatorio aprire un conto corrente perché la carta conto non è abilitata a ciò.

Solo con il corrente è possibile:

  • conservare somme di denaro illimitate (mentre le carte conto prevedono un limite massimo di deposito o plafond che si aggira attorno a decine di migliaia di euro);
  • incassare ed emettere assegni;
  • richiedere una carta di credito;
  • effettuare investimenti.

Le migliori carte conto attualmente disponibili

Ecco di seguito le migliori carte conto che puoi attivare gratuitamente online.

Carta Hype

Può essere richiesta dal sito ufficiale in soli 5 minuti e poi viene recapitata direttamente a casa.

È assolutamente esente da costi di emissione, gestione e per i bonifici eseguiti in Italia.

Le ricariche su Hype sono gratuite fino a 2.500 euro e poi si paga 1 euro al mese fino al raggiungimento del plafond (60mila euro).

Carta Revolut

Un’altra carta conto che vale la pena attivare è senz’altro carta Revolut.

Si tratta di una prepagata con iban particolarmente utile per chi viaggia spesso, in quando permette di effettuare operazioni in oltre 150 valute differenti.

Anche con Revolut, nella versione standard, puoi fare tutte le operazioni gratuitamente, senza pagare commissioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.