Investire in oro può rappresentare un’attività molto profittevole ma bisogna conoscerne caratteristiche e regole.

In questa guida ti spiego proprio come investire in oro in modo consapevole, limitando i rischi e massimizzando i profitti.

Quando si parla del metallo giallo per eccellenza le domande sono tantissime!

Come si può fare investimenti riducendo i rischi? Conviene più puntare sull’oro fisico o su oro finanziario? Ed in cosa differiscono i due investimenti?

Da sempre viene considerato un bene rifugio, utile soprattutto in periodi di crisi come quello che stiamo vivendo a causa del Coronavirus.

Rappresenta, inoltre, uno strumento prezioso per proteggere il proprio patrimonio anche dagli effetti dell’inflazione, ovvero l’aumento generalizzato dei prezzi.

Se vuoi imparare a generare profitti con il metallo giallo, sappi che abbiamo preparato un corso su come investire in oro, che ti insegnerà a proteggere il tuo patrimonio ed a guadagnare con l’oro eseguendo poche operazioni l’anno, senza speculare.

Si tratta di strategie alla portata di tutti, anche dei principianti.

Per conoscere qualche informazione sull’argomento, invece, continua pure a leggere l’articolo.

Come investire in oro: tutti gli strumenti disponibili

Si può investire in oro attraverso strumenti molto diversi tra loro, che si differenziano tra oro fisico e finanziario.

Per gli investimenti in oro fisico, che sono per loro natura illiquidi, è necessario acquistare e vendere monete o lingotti.

In questo caso possiedi fisicamente dell’oro.

Quando fai investimenti in oro finanziario, invece, stai scommettendo sull’andamento della quotazione del metallo giallo senza però possederlo fisicamente.

Gli strumenti da utilizzare, in quest’ultimo caso, sono gli ETF, gli ETC, i CFD, le azioni delle aziende minerarie, i futures o le opzioni.

Lo so, sono davvero tante le opportunità che abbiamo a nostra disposizione per investire nel metallo giallo.

Per facilitarti la comprensione di ogni singolo strumento, ecco di seguito dei piccoli approfondimenti dedicati ad ognuno di essi.

Investire in oro fisico

oro da investimento

Investire in oro fisico significa acquistare monete e lingotti in oro per poi rivenderli ad un prezzo più alto rispetto a quello di acquisto.

Si tratta quindi di effettuare una vera e propria compravendita con l’obiettivo di generare un profitto.

Sebbene sia la modalità più semplice per fare investimento con l’oro, bisogna comunque fare attenzione a moltissimi aspetti per riuscire davvero a generare profitti.

Per prima cosa bisogna affidarsi a venditori professionisti e verificare anche l’eventuale valore numismatico, quando si parla di monete.

Ma vediamo nel dettaglio come investire in monete oppure in lingotti d’oro.

Le monete in oro

Il costo di una moneta d’oro, come una sterlina ad esempio, parte da circa 300 euro. Si tratta, quindi, di un investimento a portata di tutti.

Quando acquisti una moneta, accertati che il margine del venditore non superi mai il 10% perché in caso contrario rischio di non massimizzare il tuo profitto quando andrai a rivendere la moneta.

Essendo un bene reale, tendono a difendersi meglio dall’inflazione rispetto alle azioni o alle altre attività di investimento.

Inoltre le monete rappresentano un’ottima soluzione per generare profitti, non solo per il valore intrinseco dell’oro di cui sono costituite, ma anche per il loro eventuale valore numismatico.

Le monete più rare possono, infatti, anche valere diverse migliaia di euro. Il consiglio è quindi di farne sempre verificare il valore numismatico da un esperto del settore.

I lingotti

Per investire in lingotti d’oro basta acquistarne anche uno che pesi almeno 1 grammo, tuttavia per i piccoli investitori la scelta migliore è puntare sui lingotti da 10 grammi.

Per comprarli, devi rivolgerti a uno dei numerosi operatori regolarmente autorizzati alla vendita dell’oro.

Ogni rivenditore è tenuto per legge al rilascio della certificazione riportante i dati più importanti per identificare il lingotto venduto, soprattutto il suo grado di purezza.

Investire in oro finanziario

Accanto alla possibilità di poter investire in oro fisico, attraverso la compravendita di monete e lingotti, è possibile fare investimenti sul metallo giallo anche attraverso strumenti finanziari.

Vediamo quali sono.

ETC o ETF in oro

Gli ETC (Exchange Trade Commodities) e gli ETF (Exchange Trade Fund) sono fondi che replicano l’andamento della quotazione di un asset di riferimento, nel nostro caso dell’oro.

CFD

I CFD sono strumenti derivati che permettono di guadagnare o perdere in base all’andamento dell’asset di riferimento o sottostante, nel nostro caso della quotazione dell’oro.

Azioni minerarie

Un altro modo per investire in oro è acquistare azioni di aziende minerarie che minano e vendono oro.

Esistono tre tipologie di aziende minierarie:

  • società di estrazione;
  • società di produzione:
  • royalty o streaming company.

Le società di estrazione non posseggono miniere da cui estrarre oro perché la loro principale attività consiste nel cercare, appunto, miniere.

Le società di produzione, invece, posseggono già diverse miniere e si occupano di minare e vendere oro oppure argento.

Le royalty companies sono società che prestano denaro alle aziende minerarie che utilizzeranno tali investimenti per finanziare la loro attività produttiva.

Occhio alla quotazione del dollaro

Tieni sempre a mente che la quotazione dell’oro viene espressa in dollari. Ciò significa che quando fai investimenti in oro devi fare attenzione anche al cambio euro dollaro e conoscere le correlazioni tra oro e valute (euro, dollaro e yen).

Investire in oro non è uno scherzo

Ti stai chiedendo che investire in oro conviene? Sappi che non esistono investimenti sicuri al 100% e nemmeno quello in oro lo è.

Nonostante il metallo giallo sia da sempre considerato un bene rifugio, non bisogna confondere questo concetto con sicurezza al 100% dell’investimento.

Quando investi ti assumi sempre un rischio.

Tuttavia, per limitare questo rischio, massimizzando le probabilità di produrre profitti e riducendo al minimo le perdite, bisogna conoscere il mercato dell’oro imparando a leggerne ed interpretarne trend e segnali.

Per farlo, è necessario introdurre due concetti essenziali che approfondirai nello specifico all’interno del nostro corso su come fare investimenti in oro.

Sto parlando dell’analisi tecnica e dell’analisi fondamentale.

Vediamo brevemente di cosa si tratta.

L’ analisi tecnica

L’analisi tecnica, che si avvale dello studio di modelli e grafici, è importantissima per riuscire ad investire in oro in modo consapevole, senza affidare nulla al caso e prevedere l’andamento del prezzo dell’oro nel futuro.

Abbinata ad un corretto money management e ad una psicologia finanziaria vincente, permette di contestualizzare l’analisi fondamentale.

Per eseguire una corretta analisi tecnica, gli strumenti da prendere in considerazione sono moltissimi:

  • grafici;
  • modelli;
  • trend;
  • medie mobili;
  • supporti e resistenze.

L’ analisi fondamentale

L’analisi fondamentale, utilizzata in modo congiunto all’analisi tecnica, ci permette di prevedere l’andamento del prezzo dell’oro osservando le variabili macroeconomiche che caratterizzano il mercato dell’oro in un dato momento.

Inflazione, spesa dei consumatori o correlazioni sono solo alcuni strumenti di cui l’analisi fondamentale si avvale per prevedere la quotazione dell’oro.

Conviene fare investimenti in oro?

Alla luce di quanto detto fin qui, possiamo dire che conviene investire in oro? Come ti ho detto già in apertura di articolo, sì conviene fare investimenti in oro ma solo se sai farlo in modo consapevole.