Come ottenere un prestito: i requisiti più importanti

Ricevere un finanziamento oggi è molto più facile che in passato perché puoi farlo in diversi modi.

Per ottenere un prestito, infatti, puoi:

  • Andare in banca
  • Andare direttamente negli uffici di qualche finanziaria
  • Inserire i dati sul nostro portale per essere ricontattati dalle finanziarie 

A prescindere dalla modalità con cui richiedi un prestito, i documenti che dovrai presentare sono quasi sempre gli stessi:

  • Carta d’identità e codice fiscale
  • Ultima dichiarazione dei redditi
  • Ultime buste paga

Alcune società richiedono anche una documentazione che attesti cosa intendi fare con i soldi che riceverai in prestito ( se per esempio dichiari  che il prestito ti servirà per andare dal dentista, dovrai presentare l’eventuale preventivo). 

Ma ottenere un prestito non è così scontato e per avere maggiori probabilità di ottenerlo è necessario sapere alcune cose molto importanti.

Ecco l’indice degli argomenti che troverai in questo articolo:

Quali elementi valutano le banche e le finanziarie prima di concedere un prestito?

Devi sapere che prima  di erogare  un prestito la banca o la finanziaria deve necessariamente valutare una serie di elementi, oggettivi e qualitativi.

Dalla valutazione di questi elementi dipenderà l’esito della tua richiesta.

Pensa alla richiesta di un prestito come all’inizio di un percorso per raggiungere un punteggio più alto possibile ( più è alto, più le probabilità che tu possa ricevere il finanziamento aumentano).

Cercare di rispettare più elementi possibili è molto importante perché vedersi rifiutata una richiesta di prestito incide sullo storico creditizio o affidabilità creditizia, il che renderebbe ancora più complesso ricevere un prestito in futuro.

 Ma non preoccuparti, sono qui per aiutarti a conoscere tutti questi elementi così da permetterti di ottenere un prestito senza problemi.

Gli elementi oggettivi e qualitativi necessari per ricevere un prestito

requisiti-prestito

Elementi oggettivi:

Elementi qualitativi:

Rapporto stipendio rata

Uno degli elementi più importanti per la valutazione del prestito è il rapporto tra la rata del finanziamento ed il tuo stipendio.

In linea generale, affinché le società finanziarie considerino sostenibile la concessione di un finanziamento, questo rapporto percentuale non può superare il 30% (quindi un terzo) di tutti i tuoi prestiti.

Chiaramente la percentuale di un terzo della rata del prestito rispetto allo stipendio non rappresenta una regola super restrittiva.

Ci sono, infatti, anche finanziarie più flessibili in tal senso ma più riesci ad assestarti attorno al 30% meglio è.

Garanzie sul prestito

Se una persona di tua fiducia è disposta a farti da garante le probabilità di avere un prestito aumentano notevolmente.

In alternativa questa persona potrebbe diventare coobbligata e quindi rendere il prestito cointestato.

Quest’ultima soluzione assume un’importanza cruciale soprattutto se il rapporto tra la rata ed il tuo stipendio è superiore al 30% (ad esempio se hai un contratto a tempo determinato).

Per gli altri casi invece va bene il garante.

Che differenza c’è tra garante e coobbligato? 

Il coobbligato è cointestatario del tuo prestito e quindi verrà informato quando ci sono le rate in scadenza o non pagate.

Il garante, invece, viene interpellato solo dopo diversi solleciti al proprietario del prestito. 

Patrimonio

Per l’erogazione di un prestito, in realtà, il patrimonio non conta moltissimo.

Che tu sia proprietario, ad esempio, di 3 appartamenti non interessa molto alla società finanziaria se alla fine hai un reddito basso. 

La cosa più importante è, infatti, il reddito. 

Il discorso è diverso, invece, se possiedi dei titoli come i piani di accumulo ad esempio.

In questo caso di tratta di un segnale positivo che fa capire alla finanziaria che sei una persona attenta al risparmio e che vuoi avere un cuscinetto da parte se dovessi trovarti in difficoltà economica. 

Età 

L’età incide sul prestito, non tanto per l’importo, quanto per la durata.

Maggiore è l’età più alta sarà la probabilità che la persona si ammali o venga a mancare.

A tal proposito se sei in pensione potresti valutare una particolare forma di prestito nota come la cessione del quinto. 

La cessione del quinto, infatti, costa un po’ di più se sei più avanti con l’età ma all’interno prevede obbligatoriamente una particolare polizza assicurativa che va ad azzerare il debito se vieni a mancare.

In questo moto il prestito non graverà sugli eredi.

Tipo di lavoro

Se sei un lavoratore dipendente, pubblico o privato, la soluzione migliore per ottenere un prestito è senza dubbio ricorrere alla cessione del quinto.

Le società erogano con maggior facilitò questo tipo di finanziamento perché è più sicuro per loro.

Puoi ricorrere alla cessione del quinto anche se sei protestato.

Importo del prestito

Sfatiamo un mito: non è detto che più è basso l’importo del prestito che si richiede, maggiore sarà la probabilità di ottenerlo. 

È chiaro che sarà più facile ottenere un prestito di €3000 rispetto ad uno di €50000 però, allo stesso tempo, non è detto che sia più semplice riceverne uno da €1000.

Il motivo risiede soprattutto nel fatto che dietro alla banca o alla finanziaria a cui richiedi il prestito ci sono delle persone che valuteranno la tua richiesta. 

Il lavoro di queste persone ha un costo per la banca e quindi, se la pratica è un po’ più complicata e ti devono dare solo €1000, i i costi del personale per valutare la pratica non bastano per coprire poi il pagamento degli interessi sui €1000. 

Quindi in pratica il gioco non vale la candela.

Storico sui prestiti

Immagina due persone Marco e Paolo.

Entrambi hanno la stessa età, lavorano per la stessa azienda e prendono lo stesso stipendio. 

L’unica differenza tra loro due è che Marco, un po’ di anni prima, aveva richiesto un finanziamento per acquistare un cellulare.

Secondo te chi ha maggiore probabilità di ottenere il prestito? Marco che ha già fatto un finanziamento oppure Paolo che non l’ho mai fatto?

La risposta corretta è Marco, perché le finanziarie prendono di buon’occhio una persona che è già uno storico sui prestiti ovvero una persona che ha già fatto anche finanziamento con qualsiasi finanziaria.

Questo perché se una persona ha già pagato un prestito senza problemi in passato, non dovrebbe avere alcun problema a pagarne un altro.

Si tratta di una sorta di referenza di ti pone in buona luce agli occhi della banca.

Sincerità

Cerca di essere più sincero possibile quanto richiedi un prestito.

Se ometti dell’informazioni importanti, la finanziaria andrà a controllare il tuo storico creditizio, capirà che hai mentito ed i rapporti si inclineranno prima di partire.

In questo caso viene a mancare quel rapporto di fiducia che ci deve essere tra chi presta i soldi e chi riceve i soldi (soprattutto tra chi presta i soldi).

Per quale motivo ti serve il prestito

Questo punto si allaccia al discorso della sincerità e trasparenza.

Le finanziarie, quando erogano il prestito, ti stanno dando i soldi di tasca loro.

Pertanto, molte, vogliono sapere qual è il motivo per cui chiedi soldi. 

Quindi, se ti chiedono la motivazione del prestito, non essere troppo generico ma fornisci la reale motivazione che ti ha spinto a chiedere il finanziamento.

Se riesci a supportare quello che dici con della documentazione, come ad esempio dei preventivi di spesa, sarebbe l’ideale. 

 Conclusioni + Bonus come scegliere il prestito migliore

Come avrai compreso leggendo questa guida su come ottenere un prestito, ricevere un finanziamento richiede la coesistenza di diversi requisiti ma non è così difficile.

Basta rispettare tutti gli elementi che ti ho appena elencato e non troverai alcuna difficoltà a ricevere i soldi di cui necessiti.

Ma c’è un altro aspetto che non devi sottovalutare: come fare per essere sicuri di scegliere il prestito migliore?

A questo argomento ho dedicato un intero articolo che ti invito a leggere per imparare a scegliere il finanziamento più conveniente.

 

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami
Torna su