Se vuoi scoprire come potresti investire 3.000 euro, in questo articolo ti parlerò di 6 differenti possibilità molto interessanti. Sappi che oggi esistono moltissime strumenti che ti permettono di investire anche somme di denaro così piccole. Non è necessario essere imprenditori o investitori con grossi capitali a propria disposizione ma bastano poche migliaia di euro per cominciare.

Tuttavia è essenziale sottolineare che 3.000 euro sono davvero pochi da investire e non ti daranno mai la possibilità di approcciarti a strumenti d’investimento tradizionali come l’acquisto di un immobile, ad esempio.

Nelle prossime righe ti darò alcuni consigli su quali investimenti effettuare in modo diversificato. Saranno descritti metodi di investimento di tipo tradizionale ma anche sistemi più moderni come il crowdfunding immobiliare.

Ricorda che, prima di approcciarti a qualsiasi tipologia di investimento, devi operare un’analisi dettagliata sulla base dei tuoi obiettivi e del profilo di rischio che vuoi adottare. Soprattutto accertati che questi 3.000 euro non servano a te o alla tua famiglia per esigenze di sostentamento. Quando devi investire non utilizzare più denaro di quanto tu sia disposto a perdere.
Ciò da cui devi partire per investire 3.000 euro in modo corretto è un sistema di pianificazione efficace, senza errori. Dovrai analizzare attentamente ogni possibilità di investimento, per capire quale potrebbe essere la più adatta alle tue esigenze e ai tuoi interessi, così da evitare di perdere tutti i risparmi velocemente e senza alcun tipo di guadagno.

Attraverso una pianificazione accurata, potrai capire quali sono le strategie da valutare e utilizzare e quella da non prendere neanche in considerazione, così da capire, per ogni tipo di investimento, quale potrebbe essere il suo livello di rischio. Gli investimenti che ti danno la possibilità di guadagnare di più sono anche quelli che comportano i maggiori rischi e al contrario, i sistemi di investimento che hanno un livello di rischio minore ti daranno un profitto minore.

Aspetto molto importante che devi prendere in considerazione è la diversificazione. Anche con un importo basso come nel tuo caso è possibile diversificare. Questo grazie ai sistemi di investimento innovativi che sono presenti da poco sul mercato, che danno la possibilità di investire con poche centinaia di euro, quindi con capitali veramente bassi.
Vediamo ora in quali sono alcune opportunità interessanti per investire 3.000 euro.

Crowdfunding immobiliare: investimenti immobiliari

Se ciò che ti attira è l’investimento nel mattone ma i tuoi risparmi non ti permettono di acquistare un appartamento e rivenderlo o affittarlo, potresti optare per un metodo alternativo adatto a chiunque. Da qualche anno l’investimento di tipo immobiliare ha preso un’ottima piega, soprattutto quello partecipativo in cui è possibile investire somme veramente piccole che partono da 50 o 100 euro. Investendo in immobili si possono ottenere degli interessi e dei profitti nel lungo periodo. Il crowdfunding immobiliare ti permette di investire con piccole somme e di ottenere un profitto ogni mese relativo agli interessi e dopo massimo 36 mesi, alla fine della costruzione della struttura, potrai ricevere tutta la somma prestata ad inizio lavoro.

Quindi in totale si avranno i profitti relativi agli interessi maturati dal prestito donato più la restituzione dell’intero capitale fornito all’azienda costruttrice.
Esistono diverse piattaforme che si occupano di cowdfunding immobiliare: Relender, Crowdestate e Trusters.

Investire 3.000 euro con il trading

Un metodo leggermente più rischioso dei precedenti è il trading. Investire 3.000 euro con il trading comporta maggiori rischi e richiede maggiori competenze. Ci sono numerosi intermediari finanziari che mettono a disposizione piattaforme su cui puntare i soldi in assets o azioni, veri e propri broker online. Tra questi uno dei più famosi è eToro. In questo modo potrai operare in totale autonomia e sceglie come diversificare, in base alle tue esigenze, il tuo portafoglio di investimento. Potresti, ad esempio, investire in azioni, ETF ma ricorda che prima dovrai studiare, conoscere gli strumenti su cui stai operando ed anche i mercati di riferimento.

Sul web sono presenti numerose piattaforme che si occupano di trading online sempre più semplificate per permettere a chiunque di avere la possibilità di investire. Nonostante questo bisogna sempre utilizzare la testa e formarsi per poter affrontare il mondo del trading senza incombere in fregature.

Investimenti in oro

Al contrario delle valute, l’oro non perde mai di valore, quindi un investimento tradizionale che potresti fare è proprio quello in oro.
Ci sono svariati modi in cui potresti investire in oro: investendo su un’azienda che lavora l’oro; comprare o vendere azioni in oro su qualche piattaforma in trading; è possibile investire in monete, lingotti o barrette d’oro fisicamente. I secondi sono sicuramente più comodi da maneggiare e trasportare. Nell’ambito dell’investimento in monete assume rilevanza anche la loro rarità e quindi il loro valore numismatico, che prescinde dal valore intrinseco del materiale con cui sono state coniate.

Investire i risparmi in vino pregiato

Un modo alternativo per investire i tuoi 3.000 euro potrebbe essere quello relativo al vino pregiato. Acquistare un bene fisico come il vino vuol dire investire in qualcosa che sicuramente porterà ad un profitto molto performante, che non ha mai deluso nessun tipo di investitore.
Ovviamente se deciderai di iniziare questo tipo di investimento dovrai affidarsi a professionisti esperti del settore che sapranno consigliarti su quale vino puntare, così da capire il valore effettivo di determinate bottiglie.

Investire 3.000 euro in posta

Un metodo tradizionale e mai passato di moda che riguarda gli investimenti è sicuramente quello di versare i propri risparmi in posta. Il lato positivo di questa metodologia è che il rischio è veramente basso ma anche i profitti, anche nel lungo periodo, sono estremamente bassi.
Poste Italiane offre un servizio di custodia in cui depositare i propri risparmi, attraverso un conto corrente di cui si pagheranno delle commissioni oppure attraverso buoni fruttiferi che porterebbero dei profitti solo dopo un periodo determinato di anni.
Precisamente esistono tre metodi per depositare i tuoi 3.000 euro: buoni fruttiferi e libretti postali da cui è possibile ricavare un profitto del 0,30% (lordi) all’anno; sottoscrizioni obbligazionarie che permettono di fare investimenti in obbligazioni attraverso degli sportelli abilitati.

Investire in obbligazioni

Un’altra possibilità per impegnare questi 3.000 euro è quella di investire in obbligazioni. Sono molto semplici da utilizzare: gli interessi possono essere ritirati periodicamente oppure alla loro scadenza.
Le obbligazioni hanno il vantaggio di avere una rendita sicura e certa, per questo sono tra gli investimenti consigliati maggiormente.
Potrai capire quanto profitto otterrai al momento della sottoscrizione delle obbligazioni, grazie al loro tasso fisso sarà semplice da calcolare il tuo ricavo.
Anche se è un metodo di investimento sicuro e controllato non dovresti comunque sottovalutare i possibili rischi.
Anche in questo caso dovrai decidere se investire in obbligazioni con un livello di rischio alto, medio o basso e in base a questo potrai capire se otterrai un profitto maggiore o minore. Maggiore sarà il rischio e maggiori saranno le conseguenze ma anche gli eventuali profitti.

Ho una laurea in economia ed una in finanza Banche e Assicurazioni. Ho fatto il consulente finanziario ed ho lavorato 10 anni e 4 mesi in banca.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui